16 Marzo 2019

Illy compra Prestat, il cioccolato della Casa Reale inglese

Morena Pivetti

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Il cioccolato inglese Prestat, fornitore della Casa Reale, tra i brand più amati dai sudditi di Sua Maestà, e famoso per aver ispirato il libro ‘La fabbrica di cioccolato’, finisce in mani italiane. Più precisamente triestine: il Gruppo Illy, gruppo internazionale attivo nel food e nel beverage super premium, ha annunciato di aver siglato un accordo per l’acquisizione dell’azienda. Prestat ha un fatturato di 7 milioni di sterline, circa 100 dipendenti, fornisce alcune catene prestigiose nel Regno Unito come Fortnum&Mason, Liberty, Selfridges, Harrods, Harvey Nichols, Daylesford, Rococo Chocolates ed esporta i suoi cioccolatini in Giappone, Australia, Singapore, Dubai, Svizzera, Germania e Paesi Bassi.

Le origini di Prestat risalgono a Louis Dufour, che creò il primo tartufo al cioccolato al mondo a Chambery, in Francia nel 1895 e aprì il suo primo negozio nel 1902. Nel 1998 l’azienda è stata acquistata da Nick Crean e Bill Keeling, che l’hanno guidata fino ad oggi come co-direttori generali e che resteranno. I prodotti Prestat hanno vinto 13 Gold Great Taste Award dal 2013 e l’azienda è stata votata nel 2014-2015 come “the country’s best chocolate and confectionary brand”.

Il Gruppo Illy, nel solco della tradizione iniziata nel 1933 da Francesco Illy, è attivo nel cioccolato super premium attraverso la controllata Domori, acquisita nel 2006: l’accordo consentirà a Prestat di avere accesso all’esclusiva materia prima utilizzata, il Criollo, la specie di cacao più preziosa e rara al mondo, appena lo 0,001% del cacao mondiale, e controllare l’intera catena del valore, “dalla pianta al tartufo”. Sin dalla sua fondazione Domori ha sviluppato il Progetto Criollo per proteggere questa specie che ha reso il marchio competitivo a livello mondiale.

L’operazione si inquadra nel percorso strategico di crescita e di internazionalizzazione, anche per linee esterne, del Gruppo Illy e segue l’acquisizione di Damman Freres. “L’acquisizione è coerente con il Dna del gruppo – ha commentato il presidente Riccardo Illy -, alla ricerca di un’offerta di altissima qualità e rafforza la crescita nel cioccolato”. Quella tra Domori e Prestat “è una perfetta complementarietà di prodotti e di presenza geografica nei principali mercati mondiali”.

“L’accordo è una buona notizia per Prestat e per la produzione di cioccolato inglese – ha detto da parte sua Mick Crean – Siamo stati a lungo uno dei pochi marchi artigianali di cioccolato nel Regno Unito e la collaborazione con il Gruppo Illy ci permette di compiere l’atto finale e ottenere il controllo completo dell’approvvigionamento degli ingredienti, dall’albero al tartufo”. “L’accesso alle migliori materie prime del mondo – ha concluso Bill Keeling – insieme al supporto della forza finanziaria del Gruppo Illy e ad una serie di nuove opportunità di distribuzione, rende il futuro di Prestat molto interessante”.

In ufficio o a casa tua

Abbonati per ricevere dove preferisci ogni nuova uscita della versione cartacea di Fortune.

Rimani aggiornato

Iscrivti alla nostra newsletter per ricevere la migliore selelezione degli articoli di Fortune.