Advertisement Advertisement Advertisement Advertisement Advertisement

5 Maggio 2020

Foodracers aumenta gli ordini del 189%

Fortune

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Foodracers è la startup di food delivery fondata nel 2016 da Andrea Carturan, nata con l’idea di portare il servizio di consegna di pasti a domicilio nei capoluoghi di provincia e nelle cittadine italiane, che spesso vengono trascurate dagli altri operatori del settore. Foodracers si è focalizzata, dunque, a  diventare il punto di riferimento del food delivery a livello locale. Con l’avvento dell’epidemia di coronavirus e con l’aumento esponenziale della domanda di servizi a domicilio, Foodracers ha registrato un incremento di ordini in continua crescita dall’inizio del lockdown: nel mese di aprile, infatti, le richieste alla startup hanno segnato un +189% rispetto al mese di marzo. 

 

Per il momento della ripartenza, Foodracers ha pensato di incrementare la sua offerta di servizi per andare incontro quanto più possibile ai ristoratori, soprattutto quelli più piccoli. In particolare, la startup, che raggiunge oggi 55 città italiane, ha attivato 4 nuovi servizi: il primo è il servizio di Marketplace, che aiuta tutti i ristoratori, anche i più piccoli, ad avere visibilità e a gestire autonomamente il servizio di delivery. Poi è stata attivata la modalità ibrida di consegne: data la mole di ordini da gestire, Foodracers ha studiato una soluzione che permetta di ottimizzare le risorse e i tempi di attesa collaborando efficacemente coi ristoratori. Molte attività fin dall’inizio del lockdown si sono attrezzate in autonomia per la consegna degli ordini per tenere impiegate le proprie persone, quindi se Foodracers non riesce a far fronte all’alta richiesta, può smistare gli ordini ai ristoratori che consegnano con la propria flotta.

 

Con Foodracers, ora si può anche prenotare il momento di ritiro dell’ordine presso il locale in modo da evitare il formarsi di code per l’attesa; infine, il servizio Pick Up. I ristoranti che non hanno la possibilità di esaudire le richieste con i propri fattorini, possono chiedere ai racers di andare a ritirare e consegnare al cliente. Questo servizio è molto usato anche da macellerie, panifici, fruttivendoli e enoteche. In questo periodo di lockdown il numero dei racers è triplicato, e anche  il team di Foodracers è cresciuto con 4 nuove assunzioni solo nell’ultimo mese.

A portata di click

Acquista Fortune in formato digitale per leggere i nostri contenuti su qualsiasi dispositivo.

In ufficio o a casa tua

Abbonati per ricevere dove preferisci ogni nuova uscita della versione cartacea di Fortune.

Rimani aggiornato

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la migliore selezione degli articoli di Fortune.