Advertisement Advertisement Advertisement Advertisement Advertisement

28 Dicembre 2020

Il futuro del fitness passerà dalle micro-palestre?

Fortune

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Di Fortune.com/Sandrine Rastello/Bloomberg – Wilfred Valenta ha aperto la sua prima “micro-palestra” quasi due anni fa, riproponendo uno spazio ufficio di 50 metri quadrati nel centro di Montreal e affittandolo a ore a istruttori di fitness e piccoli gruppi di allenamento. Allora non poteva sapere che la sua scelta di tempo si sarebbe rivelata particolarmente azzeccata. Ora, con la pandemia COVID-19 che costringe molte grandi palestre a rimanere chiuse, la sua azienda, Silofit Inc., sta crescendo. Dopo cinque nuove aperture da settembre, il prossimo anno aggiungerà una dozzina di sedi a Toronto.

 

 

Sta anche accelerando i piani per entrare nel mercato americano delle palestre (da 32 mld di dollari), sostenuto dai soldi di società di venture capital statunitensi e canadesi e dal giocatore della NFL Ndamukong Suh dei Tampa Bay Buccaneers. E sta preparando servizi aggiuntivi per istruttori di fitness, i suoi clienti principali. “C’è tantissima richiesta, vorremmo espanderci ancora più velocemente”, ha detto in un’intervista Valenta, co-fondatore e amministratore delegato di Silofit. “Il settore si stava allontanando dagli abbonamenti alle palestre di grandi dimensioni, il COVID ha semplicemente accelerato il processo”.

 

 

Il virus è stato brutale per le palestre, portando in America a una lunga serie di fallimenti, mentre ha aiutato aziende come Peloton, che aiutano le persone a fare esercizio in privato.

 

 

Nelle prime fasi della pandemia, Silofit si trovava nella stessa situazione dei suoi grandi rivali. Anche se prevedeva di aggiungere sedi, all’azienda è stato ordinato di chiudere quelle esistenti. Dopo la riapertura di Montreal, in estate, i tassi di occupazione delle strutture Silofit erano ancora al di sotto dei livelli pre-pandemici.

 

 

La svolta è arrivata in autunno, quando la temperatura è scesa. A Montreal, Silofit è stato autorizzato a rimanere aperto per allenamenti per due persone anche dopo che il governo ha costretto le grandi palestre a chiudere di nuovo. Le micro-palestre di Toronto di recente apertura hanno attirato l’attenzione dei media e hanno fatto il pieno di clienti. 2Questo ha davvero messo le ruote in movimento, e dopo di che è semplicemente esploso”, ha detto Valenta. Ci sono segni di domanda repressa. Il numero di persone che hanno scaricato l’app per la pianificazione degli allenamenti dell’azienda è triplicato fino a 6.000 a novembre. Anche se le micro-palestre erano prenotate, le persone controllavano la disponibilità ogni giorno.

 

 

In un sondaggio di dicembre commissionato dalla banca d’investimento statunitense Harrison Co., il 27% degli intervistati che si è esercitato regolarmente ha dichiarato di aver annullato l’abbonamento in palestra durante la pandemia e un altro 12% ha pianificato di farlo. La società di ricerca IBISWorld prevede che le entrate del settore diminuiranno del 13% nel 2020.

 

 

Il concetto di palestra privata di Silofit soddisfa il desiderio delle persone di attività fuori casa, offrendo al contempo un relativo senso di sicurezza: non ci sono estranei che sudano accanto a te e lo spazio viene pulito tra le sessioni. Le prenotazioni vengono effettuate tramite l’app e un codice per sbloccare la porta viene inviato pochi minuti prima dell’inizio della sessione.

 

 

Le tariffe vanno da 11 a 25 dollari l’ora, a seconda dell’ora del giorno e delle dimensioni della stanza. Lo spazio ha un’atmosfera da palestra boutique, con un arredamento che soddisfa gli amanti dei selfie, tra cui legno chiaro, erba, piante e specchi. L’azienda si rivolge ai personal trainer, che effettuano la maggior parte delle prenotazioni.

 

 

Nel tradizionale modello di allenamento personale, gli allenatori danno un taglio pesante alla palestra a cui sono attaccati. Ma la pandemia ha offerto ai più esperti di business la possibilità di sviluppare un seguito online indipendente, secondo Paul Byrne, un veterano del settore del fitness che è un partner di Harrison Co. Il sondaggio dell’azienda ha rilevato che il 12% dei 1.050 intervistati ora utilizza un personal coach, rispetto all’1% di prima della pandemia.

 

 

“Questo è stato un bene per gli allenatori privati, ha davvero dato loro una spinta”, ha detto Byrne della crisi. L’obiettivo a lungo termine di Silofit è quello di offrire tutto ciò di cui i formatori hanno bisogno per costruire e gestire la propria attività, sia online che di persona, ha affermato Deepen Parikh, partner della Courtside Ventures con sede negli Stati Uniti, uno degli investitori dell’azienda.

 

 

La società ha ricevuto finanziamenti per 4,7 milioni di dollari canadesi dalla sua fondazione nel 2018 e sta cercando di raccogliere altri 10 milioni di dollari per sostenere la sua espansione negli Stati Uniti. Oltre a Suh e Courtside, altri investitori includono Whitecap Venture Partners con sede a Toronto e Alate Partners. “Questa è un’opportunità per avere in mano l’intero ecosistema professionale di fitness e benessere”, ha detto Parikh, che siede nel consiglio di amministrazione di Silofit. L’azienda prevede di fare un passo in quella direzione il prossimo anno, con il lancio di abbonamenti mensili che offrono ai personal trainer prenotazioni fisse in palestra e foto promozionali. Inoltre abbinerà gli allenatori ai loro potenziali clienti.

 

 

Per avere successo, l’azienda dovrà conquistare migliaia di personal trainer come Sandrine Cassis di Montreal. Dopo aver sviluppato un programma online di allenamenti con tante recensioni positive, Cassis ha ricevuto richieste per sessioni individuali all’inizio di quest’anno. Ha insegnato tramite Zoom prima di trovare Silofit nella sua ricerca di nuovi metodi di lavoro. “Ha tutto quello che voglio: è pulito, è accogliente, è luminoso”, ha detto Cassis. Con le micro palestre che hanno registrato il tutto esaurito di recente, Cassis afferma che pagherebbe un abbonamento per avere un accesso più facile alle prenotazioni. Anche essere presente sulla piattaforma sarebbe interessante mentre cerca di far crescere la sua attività. “Sarebbe davvero un bene per me, per ottenere nuovi clienti”, ha detto.

 

A portata di click

Acquista Fortune in formato digitale per leggere i nostri contenuti su qualsiasi dispositivo.

In ufficio o a casa tua

Abbonati per ricevere dove preferisci ogni nuova uscita della versione cartacea di Fortune.

Rimani aggiornato

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la migliore selezione degli articoli di Fortune.