Advertisement

16 Settembre 2020

De Dominicis (J&J Medical): La medicina del futuro è guidata dai dati

Carlotta Balena

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Silvia De Dominicis, amministratore delegato di Johnson & Johnson Medical Italia, spiega come l’azienda dei dispositivi medici ha affrontato l’emergenza Covid e qual è il futuro dell’healthcare. La versione completa di questo articolo, a firma di Carlotta Balena, è disponibile sul numero di Fortune Italia di settembre 2020.

 

Una medicina sempre più “disegnata intorno alle persone” e guidata dai dati e dalle tecnologie. Un sistema sanitario “sostenibile” che sia in grado, grazie all’innovazione, di affrontare le emergenze, come quella che abbiamo vissuto – che stiamo continuando a vivere – dell’epidemia di Coronavirus. È questa la visione di Silvia De Dominicis, amministratore delegato di Johnson & Johnson Medical Italia, azienda che sviluppa e produce dispositivi medici e che si è spesa per rispondere all’emergenza Covid.

 

 

“La nostra azienda si è sentita subito in prima linea a fianco degli operatori sanitari. Pensiamo di essere parte della soluzione di cura delle tante patologie che toccano i cittadini italiani. La nostra prima preoccupazione è stata quella di continuare a garantire il supporto ai nostri clienti”. Da una parte, la protezione dei dipendenti, dall’altra quella dei pazienti: “Avevamo già iniziato un percorso di smart working e di flessibilità, quindi non è stato difficile adattarci alla nuova realtà, ma abbiamo dovuto mettere in campo una serie di piani di gestione della crisi per garantire una produzione e distribuzione delle nostre tecnologie. Ci siamo dovuti occupare della salute non solo fisica ma anche emotiva e mentale delle nostre persone. Perché passato il momento di lockdown abbiamo voluto occuparci dell’aspetto legato allo stress, organizzando una serie di seminari, e training, anche solo di supporto, in maniera conviviale, quindi con show cooking e una serie di iniziative che potessero coinvolgere testa e cuore delle nostre persone”.

 

 

La salvaguardia dei clienti di J&J Medical è stata una operazione sfidante e molto delicata: “Bisognava garantire continuità di supporto, e non solo con le nostre tecnologie ma anche supportando i nostri clienti e i nostri clinici perché lavoriamo con patologie che minacciano la vita, pensiamo al cancro, alle patologie cardiovascolari, neurologiche, ecc. La nostra preoccupazione è stata continuare a essere presenti per far in modo che il Covid non toccasse anche pazienti di altre patologie”.

 

La versione completa di questo articolo, a firma di Carlotta Balena, è disponibile sul numero di Fortune Italia di settembre 2020. Ci si può abbonare al magazine mensile di Fortune Italia a questo link: potrete scegliere tra la versione cartacea, quella digitale oppure entrambe. Qui invece si possono acquistare i singoli numeri della rivista in versione digitale.

A portata di click

Acquista Fortune in formato digitale per leggere i nostri contenuti su qualsiasi dispositivo.

In ufficio o a casa tua

Abbonati per ricevere dove preferisci ogni nuova uscita della versione cartacea di Fortune.

Rimani aggiornato

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la migliore selezione degli articoli di Fortune.