fbpx

Fortune Italia

Numero di Aprile 2019

Attrarre investimenti in Italia e internazionalizzare. E’ la sfida, a doppio senso, per le imprese italiane al centro del nuovo numero di Fortune Italia in edicola. A delineare lo scenario sono i numeri di un’analisi di Bureau van Dijk – A Moody’s Analytics Company: crescono le operazioni delle imprese italiane all’estero e scendono, ancora, quelle delle imprese straniere italiane. Altro segnale rilevante, sempre più startup nate in Italia vanno a crescere altrove. In questo scenario, buona parte delle chance concrete di sostegno alle imprese passano per il nuovo Piano industriale di Cdp che, mettendo al centro tutte le imprese – grandi e piccole – e giocando di sponda con il sistema bancario, può rappresentare un cambio di passo. Proprio della propensione a investire all’estero parlano le storie di impresa che partono dal territorio e vanno a cercare nuovi mercati: da tre imprese laziali, Optimares, Gentilini e Tecla, che puntano sul made in Italy di qualità, alla Recordati nel settore farmaceutico, dallo sviluppo internazionale di PanariaGroup a Kaleyra che si sta per quotare alla Borsa di New York. Il Gp di Formula E a Roma è l’occasione per fare il punto sulla mobilità elettrica e sugli investimenti di Enel X con l’amministratore delegato Francesco Venturini. Riflettori puntati, poi, su due mercati che si stanno trasformando. Quello musicale, con lo streaming che sta rivitalizzando il vinile e i live, e quello delle opere d’arte, con il valore degli artisti emergenti con alto potenziale che cresce mentre si ‘sgonfiano’ le quotazioni dei big. Un approfondimento è dedicato al Premio Umberto Mortari, istituito da Msd Italia per ricordare il suo ‘storico’ presidente. A seguire, un’intervista al vicepresidente esecutivo di Msd, Julie Geberding, che affronta temi caldi, come i vaccini e il rischio di sottovalutare la diffusione delle malattie infettive. Su questo numero anche la classifica ‘The World’s Most Admired Company’ di Fortune, e un focus sulle strategie in Italia di due protagoniste, Cisco e Iqvia.

iscriviti
alla newsletter
di Fortune Italia

il vestito giusto
non basta