Advertisement Advertisement Advertisement Advertisement Advertisement
Galapagos

Trombosi dopo vaccino AstraZeneca, il parere del virologo

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
astrazeneca vaccino Covid

In piena accelerata della campagna vaccinale contro Covid-19, con l’accesso ai vaccini da parte dei giovanissimi, non può non preoccupare l’episodio registrato a Genova, dove una ragazza di 18 anni è stata operata per una trombosi a pochi giorni dalla vaccinazione con AstraZeneca.

Ma cosa è successo? La giovane era stata vaccinata il 25 maggio nella Asl di residenza con il vaccino AstraZeneca, dopo un’anamnesi vaccinale negativa (aveva partecipato ad un Open day).

Il 3 giugno si e’ recata in pronto soccorso con cefalea e fotofobia. Qui è stata sottoposta a una serie di esami (Tac cerebrale ed esame neurologico), risultati negativi. Dimessa con la raccomandazione di ripetere gli esami ematici dopo 15 giorni, torna al pronto soccorso il 5 giugno con deficit motori. Sottoposta a Tac cerebrale, è stata subito trasferita alla Neurochirurgia del San Martino di Genova e operata due volta, prima per rimuovere il trombo e poi per stabilizzarla.

Il legame della trombosi con il vaccino, dunque, al momento è sospetto. “Potrebbe trattarsi – ci dice il virologo dell’Università degli Studi di Milano Fabrizio Pregliasco, direttore sanitario dell’Irccs Galeazzi di Milano – di un caso raro, già visto in altre situazioni. Effettivamente AstrraZeneca può essere usato dai 18 anni, con consenso informato. E negli Open day si utilizzano tutti i vaccini registrati”.

E’ ancora “da valutare” il legame con il vaccino. “Si sa però che è possibile” un effetto collaterale “raro” di questo tipo, “ma in questo momento davvero l‘opportunità della vaccinazione sopravanza rispetto a questo potenziale rischio”, conclude Pregliasco.

Intanto la ragazza “è stabile nella sua gravità“. Lo riferiscono all’Adnkronos Salute dall’ospedale.

In queste ore, spiegano dalla struttura ligure, “è stata fatta una segnalazione di farmacovigilanza nella quale sono stati indicati i farmaci assunti dopo la vaccinazione, poi c’è stato un intervento di neuroradiologia interventistica per rimuovere il trombo meccanicamente, ieri, che è andato bene. Successivamente c’è stato un intervento dell’équipe neurochirurgica per la riduzione della pressione cranica legata all’emorragia. In seguito la ragazza è stata trasferita in rianimazione”.

TTG
TTG
pfizer health

Leggi anche

I più letti