WOBI HEALTH

Papa Francesco e i vaccini: Un atto d’amore

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Papa Francesco

In questa seconda estate di pandemia Papa Francesco torna a puntare i riflettori su amore e solidarietà. Ma questa volta lo fa con un forte messaggio pro-vaccini:Vaccinarsi – ha detto – è un atto d’amore“.

Mentre la pandemia da Covid-19 non conosce freni, e anzi accelera in particolare nella regione delle Americhe, il videomessaggio del Papa in spagnolo, rivolto proprio alle popolazioni dell’America Latina, invita a vaccinarsi contro il Coronavirus. Un “piccolo gesto“, come “un granello di sabbia”, che però può fare la differenza nella nostra battaglia contro Sars-Cov-2.

Un Papa ‘pro-vax’ non stupisce troppo: a fine maggio, come ricorda anche ‘Vatican News’, la vaccinazione anti-Covid-19 in Vaticano si è conclusa proprio con la somministrazione del vaccino a 300 persone vulnerabili e povere.

Ma oggi Papa Francesco ha fatto di più: di fronte a timori, paura dei vaccini ed esitazioni, lancia un chiaro appello a fare ognuno la propria parte per combattere e (si spera) vincere la pandemia. Perché paura ed egoismo possono essere vinti dall’amore.

“Con spirito fraterno, mi unisco a questo messaggio di speranza in un futuro più luminoso. Grazie a Dio e al lavoro di molti, oggi abbiamo vaccini per proteggerci da Covid-19. Questi danno la speranza di porre fine alla pandemia, ma solo se sono disponibili per tutti e se collaboriamo gli uni con gli altri. Vaccinarsi, con vaccini autorizzati dalle autorità competenti, è un atto di amore. E contribuire a far sì che la maggior parte della gente si vaccini è un atto di amore”, ha detto il Papa.

“Amore per sé stessi, amore per familiari e amici, amore per tutti i popoli”. Perché per Papa Francesco “l’amore è anche sociale e politico, c’è amore sociale e amore politico, è universale, sempre traboccante di piccoli gesti di carità personale capaci di trasformare e migliorare le società”.

Insomma, fare o non fare i vaccini è sì un dilemma personale, che però si riflette profondamente sulla società. “Vaccinarci è un modo semplice ma profondo di promuovere il bene comune e di prenderci cura gli uni degli altri, specialmente dei più vulnerabili. Chiedo a Dio che ognuno possa contribuire con il suo piccolo granello di sabbia, il suo piccolo gesto di amore. Per quanto piccolo sia, l’amore è sempre grande. Contribuire con questi piccoli gesti per un futuro migliore”.

C’è da sperare che le parole di Papa Francesco contribuiscano a sciogliere paure e timori di quanti, preoccupati da possibili effetti dei vaccini, stanno evitando di proteggere se stessi e i propri cari dagli effetti di Covid-19. Sottovalutando il virus, certo, ma anche alimentando la corsa del patogeno che, secondo l’Organizzazione mondiale della sanità, ha fatto finora più di 207 milioni di contagi nel mondo e 4,3 milioni di morti.

a2a
REVERSE HEALTH

Leggi anche

a2a
REVERSE HEALTH

Ultim'ora

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.