ABOCA
WOBI HEALTH

Super green pass, ecco cosa cambia (e il nodo degli hotel)

super green pass
Aboca banner articolo

E’ arrivato il giorno del debutto del super green pass, una misura ‘a tempo’ – sarà in vigore fino al 15 gennaio 2022 – con la quale si punta a salvare il Natale (e l’economia) dalla quarta ondata di Covid-19. Ma già non mancano le polemiche per i punti deboli del nuovo certificato verde: dal trasporto sui mezzi pubblici per gli studenti (serve il green pass semplice, ma non tutti gli under 18 sono vaccinati), alla questione degli hotel, che restano ‘aperti ai non vaccinati’.

Ma andiamo con calma. Intanto iniziamo col dire che, per fare chiarezza, il governo ha pubblicato una tabella con tutte le attività consentite e non: il super green pass si applica, infatti, anche in zona bianca e non solo nelle regioni e nei comuni in zona gialla, arancione o rossa. In caso di dubbi invitiamo a consultare la tabella.

Ma quali sono le differenze di colore al momento? In base alle disposizioni nazionali in vigore per il contenimento della diffusione dell’epidemia da Covid-19 e alle ordinanze del ministro della Salute, si applicano le misure previste per la zona bianca ad Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Provincia Autonoma di Trento, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana, Umbria, Valle d’Aosta, Veneto; per la zona gialla al Friuli Venezia Giulia e alla Provincia Autonoma di Bolzano.

E ancora, il super green pass, certificato verde rilasciato a chi è vaccinato o è guarito, non va scaricato nuovamente: basterà mostrare dunque quello che è stato scaricato. A cambiare sarà la durata di validità: da 12 a 9 mesi. L’app Verifica C19 è stata aggiornata appositamente. E i test? Il tampone negativo – 72 ore di validità per quello molecolare, 48 ore per quello antigenico – dà diritto al green pass semplice.

BAR E RISTORANTI

In zona bianca e gialla la consumazione al banco e al tavolo all’aperto in bar e ristoranti è consentita senza green pass. In zona arancione, le stesse attività sono consentite solo ai possessori di super green pass. Al chiuso invece la consumazione al tavolo è consentita solo a chi ha il super green pass, indipendentemente dal colore della zona.

ALBERGHI E HOTEL

L’obbligo di super green pass non riguarda l’ingresso in hotel né la consumazione dei pasti in albergo in zona bianca e gialla. Per gli ospiti dell’hotel, insomma, basta il green pass base, ottenibile anche con tampone molecolare o antigenico. In zona arancione serve invece il super green pass. Chi soggiorna in un hotel può tranquillamente accedere alla sala ristorante, al bar, al centro benessere e alla piscina dell’hotel esibendo il green pass base.

Insomma, l’accesso ai servizi di ristorazione svolti all’interno di alberghi o di altre strutture ricettive e riservati esclusivamente ai clienti ivi alloggiati, sarà consentito ai possessori del green pass semplice, e quindi anche a non vaccinati. Solo nel caso di servizi al chiuso accessibili anche a clienti esterni occorrerà (per tutti) il super green pass.

PALESTRE E PISCINE

In palestre e piscine all’aperto in zona bianca o zona gialla è consentito l’ingresso anche senza green pass. In zona arancione, serve il super green pass. Discorso diverso per le strutture al chiuso: il green pass è sufficiente in zona bianca e gialla, mentre in zona arancione serve il certificato rafforzato. In zona bianca e gialla serve il tampone negativo per accedere agli spogliatoi.

TRASPORTI PUBBLICI, REGOLE BUS E METRO

Dal 6 dicembre scatta l’obbligo di green pass (base) anche per il trasporto pubblico locale, come autobus e metro e mezzi di media e lunga percorrenza (aerei, navi, treni Intercity e Alta Velocità). Sull’intera rete ferroviaria e per i mezzi pubblici resta sufficiente la certificazione verde semplice. Le esenzioni riguardano i soggetti di età inferiore ai 12 anni e i soggetti esentati dalla campagna vaccinale.

IMPIANTI SCIISTICI 

Il green pass base sarà necessario per funivie, cabinovie e impianti sciistici, anche in zona bianca e gialla. Mentre in zona arancione servirà il super green pass.

MATRIMONI E CERIMONIE RELIGIOSE

Battesimi, matrimoni, comunioni e altri eventi che seguono cerimonie civili e religiose sono esclusi dalle attività per cui è richiesto il super green pass. Il green pass semplice basterà anche dopo il 6 dicembre in zona bianca e gialla. In zona arancione, scatterà l’obbligo di certificato rafforzato.

MUSEI, CINEMA E TEATRI

In musei, archivi e biblioteche, in zona bianca e in zona gialla, non è necessario il super green pass (basterà quello semplice). Diverso il caso dei cinema, teatri e sale da concerto, che rimarranno aperti con capienza al 100%, ma qui l’ingresso sarà possibile solo con il super green pass.

SALE DA BALLO E DISCOTECHE

L’accesso a sale da ballo e discoteche è consentito, in zona bianca e gialla, solo con il super green pass.

IV Forum Health
servier 2022
ABOCA BANNER
CDPimpreseAdvertisement
CDPPAAdvertisement

Leggi anche

CDP1Advertisement
CDP2Advertisement
IV Forum Health
WBF

Ultima ora

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.