Incubo post-Covid, i capelli che cadono a ciocche

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
capelli caduta

Non bastano i problemi vissuti durante l’infezione da Sars-Cov-2. Alcuni pazienti guariti da Covid si trovano, infatti, a fare i conti con una “devastante” caduta dei capelli. A raccontarlo è Chris Morris su Fortune.com.

I medici americani stanno infatti identificando un nuovo sintomo trai pazienti Covid, piuttosto sorprendente: la perdita dei capelli. Un problema che, a quanto sappiamo, è stato segnalato anche da numerosi pazienti italiani nel corso degli ultimi mesi. Negli Usa la segnalazione arriva dall’Hackensack University Medical Center, che afferma di curare più pazienti positivi a Covid-19 rispetto a qualsiasi altro centro sanitario del New Jersey. La struttura ha pubblicato un report in cui si sostiene che molte persone hanno subito un’eccessiva perdita di capelli dopo aver contratto il virus ed essersi ripresi dai sintomi.

Ma quando si manifesta il problema? La caduta dei capelli, in genere, inizia da diverse settimane fino a tre mesi dopo l’infezione, ha affermato la dermatologa Alexis Young commentando lo studio. E di solito dura da sei a nove mesi, anche se questo aspetto può variare da individuo a individuo. Non solo, secondo gli esperti la caduta dei capelli è particolarmente diffusa tra i pazienti che hanno affrontato una degenza piuttosto lunga.

“Ho trascorso sei giorni in ospedale in cura per il virus e, diverse settimane dopo essere tornata a casa, i miei capelli hanno iniziato a cadere a ciocche“, ha detto Paula Diaz, un’ex paziente dell’Humc, testimoniando nello studio di aver sempre aveva una folta chioma. “È stato devastante”.

La caduta dei capelli si verifica “a causa dell’infiammazione iperattiva nell’organismo”, ha spiegato Young. “L’infiammazione può causare un’alterazione del ciclo” di vita “dei capelli”.

La perdita dei capelli è l’ultimo sintomo in un elenco crescente di effetti post Covid imprevisti. Di recente i medici della Mayo Clinic hanno notato che i pazienti con la variante Omicron soffrivano di sudorazioni notturne.

L’ospedale americano del New Jersey rileva che tra i pazienti ricoverati in ospedale per Covid-19, il 22% aveva sperimentato una caduta dei capelli diversi mesi dopo essere stato dimesso. La scorsa estate, il 79% dei membri dell’Institute of Trichologists del Regno Unito aveva segnalato di aver visto casi di “caduta dei capelli post-Covid” nelle loro cliniche.

“La caduta dei capelli dopo una situazione stressante non è insolita”, ha osservato Young. “Le persone possono sperimentare la caduta dei capelli dopo il parto o un intervento chirurgico importante, e ora stiamo vedendo gli stessi risultati dopo l’infezione da Covid-19 in alcune persone”.

I dermatologi in Texas, dal canto loro, affermano che il ciclo di crescita dei capelli dovrebbe ripristinarsi entro un anno e mezzo.

Nel frattempo, i pazienti che stanno fronteggiando la caduta dei capelli post-Covid possono aumentare l’apporto di vitamine, gestire lo stress e modificare la dieta per cercare di controllare il problema.

L’articolo originale si può consultare su Fortune.com.

Fortune Italia
ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.

Fortune Italia