TIM
POSTE header

Caffè amico del cuore, le ‘dosi’ per vivere più a lungo

caffè
Aboca banner articolo

Buone notizie per gli amanti del caffè. E non importa se espresso, istantaneo o perfino decaffeinato. Secondo una nuova ricerca pubblicata sull’European Journal of Preventive Cardiology (una rivista dell’European Society of Cardiolgy), bere caffè riduce infatti il rischio di malattie cardiovascolari e di morte. Insomma, al contrario di quanto si potrebbe credere, il caffè è amico del cuore. Ma che cosa hanno scoperto i ricercatori?

“In questo ampio studio osservazionale il caffè macinato, istantaneo o decaffeinato è stato associato a riduzioni analoghe nell’incidenza di malattie cardiovascolari e morte per cardiopatie o per qualsiasi causa”, ha affermato l’autore dello studio, Peter Kistler del Baker Heart and Diabetes Research Institute di Melbourne, Australia. L’esperto non ha dubbi: “I nostri risultati suggeriscono che l’assunzione da lieve a moderata di caffè dovrebbe essere considerata parte di uno stile di vita sano”.

Erano poche finora le informazioni sull’impatto delle diverse preparazioni di caffè per la salute del cuore e la sopravvivenza. In questo studio il team ha esaminato le associazioni fra questi tipi di caffè e il rischio di aritmie, malattie cardiovascolari e morte utilizzando i dati della celeberrima biobanca britannica, relativi ad adulti tra 40 e 69 anni.

Lo studio ha incluso 449.563 persone senza aritmie o altre malattie cardiovascolari all’inizio della ricerca. L’età media era di 58 anni e il 55,3% era donna. Tutti hanno compilato un questionario precisando quante tazze di caffè bevevano ogni giorno e di che tipo. Sono stati quindi raggruppati in sei categorie: niente caffè, meno di una tazzina, una, da due a tre, da quattro a cinque e più di cinque al giorno.

I fedeli del caffè sono stati confrontati con i non bevitori, e i ricercatori hanno aggiustato i dati per età, sesso, etnia, obesità, ipertensione, diabete, apnea ostruttiva del sonno, fumo e consumo di tè e alcol. Il follow-up mediano è stato di 12,5 anni.

Quante tazzine bere

Risultato? Tutti i tipi di caffè sono stati associati a una riduzione delle morti per qualsiasi causa. L’effetto benefico maggiore, però osservata in chi si concedeva due o tre tazzine al giorno: ripetto al fatto di non berne affatto, la probabilità di morte era inferiore del 14%, 27% e 11% rispettivamente per i preparati decaffeinati, macinati e istantanei.

Tutti i tipi di caffè sono stati associati a una riduzione delle malattie cardiovascolari. E anche in questo caso il rischio più basso è stato osservato con due o tre tazzine al giorno. Rispetto ai non bevitori, è emersa una probabilità ridotta del 6%, 20% e 9% di malattie cardiovascolari per decaffeinato, macinato e istantaneo.

Il caso delle aritmie

Il caffè macinato e istantaneo, ma non quello decaffeinato, sono stati associati anche a una riduzione delle aritmie (fibrillazione atriale inclusa). Qui però il dato è un po’ differente. Rispetto ai non bevitori, i rischi più bassi sono stati osservati con quattro-cinque tazzine al giorno nel caso del caffè macinato e da due a tre per il caffè istantaneo, con rischi ridotti rispettivamente del 17% e del 12%.

Non solo caffeina

“La caffeina è il costituente più noto del caffè, ma questa bevanda – ha sottolineato Peter Kistler – contiene più di 100 componenti biologicamente attivi. È probabile che i composti non contenenti caffeina siano responsabili delle relazioni positive osservate tra consumo di caffè, malattie cardiovascolari e sopravvivenza”.

“I nostri risultati – ha detto, lo studioso per la gioia di chi non inizia la giornata senza sorbire una tazzina – indicano che bere modeste quantità di caffè di tutti i tipi non deve essere scoraggiato, ma può essere considerato un comportamento salutare per il cuore”. Niente eccessi, dunque. Ma non serve rinunciare a questa bevanda per la salute del cuore, anzi.

Coterella
Tim Home Health
Aboca Home Helath
Teva Home Health

Leggi anche

TIM sidebar
ABOCA sidebar
TEVA sidebar

Ultima ora

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.