GILEAD
Leadership Heade
Poste Italiane

Ben 12mila aggressioni agli operatori sanitari in 5 anni, la proposta

Le aggressioni a medici, infermieri e personale sanitario sono sempre più diffuse. Negli ultimi cinque anni sono stati 12mila i casi accertati dall’Inail come infortuni di lavoro agli operatori sanitari, e codificati come violenze ed aggressioni. La media è di circa 2.500 all’anno, e nel 75% dei casi le vittime sono donne.

Fra gli episodi più recenti, l’aggressione ad un medico del 118 nel territorio della Asl Napoli 1 che ha ricevuto un pugno in pieno volto da un paziente. Come sottolinea ‘Nessuno tocchi Ippocrate’, erano presenti anche le forze dell’ordine, che hanno arginato la situazione ed evitato il peggio. Solo a Napoli sono state già 8 le aggressioni registrate da inizio anno. Ecco perchè dall’associazione chiedono la “qualifica di pubblico ufficiale per il personale del territorio, e bodycam sulle divise degli operatori”.

Il ministro della Salute, Orazio Schillaci, recentemente intervenuto sul tema, ha rassicurato rispetto alla volontà di agire subito e in maniera efficace. Il ministro dell’Interno, Matteo Piantedosi, ha annunciato l’istituzione di  presidi di polizia nei principali ospedali. Si parte dalle grandi città.

Gileadpro
Leadership Forum
Poste Italiane

Leggi anche

Ultima ora

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.