GILEAD
Leadership Heade
Poste Italiane

Alopecia areata, ok in Europa al trattamento per adulti e adolescenti con forme gravi

alopecia areata

Buone notizie per adulti e adolescenti con forme gravi di alopecia areata, una patologia che si manifesta con la formazione di chiazze rotondeggianti, ben delimitate e completamente prive di capelli sulla cute, mentre ai margini i capelli sono corti e spezzati. L’alopecia areatapuò colpire all’improvviso dopo un forte stress, un trauma o un lutto. Le cause sono ancora misteriose, e se in alcuni casi le chiazze scompaiono spontaneamente dopo un certo periodo di tempo, altre volte questo non accade.

Ora la Commissione europea ha dato il via libera all’immissione in commercio nel Vecchio Continente di ritlecitinib (Litfulo*), un nuovo farmaco per il trattamento dell’alopecia areata grave in adulti e adolescenti sopra i 12 anni. A darne notizia è Pfizer. Si tratta di una capsula da assumere per bocca una volta al giorno, che è anche il primo medicinale autorizzato in Europa per il trattamento degli adolescenti con grave perdita di capelli. L’autorizzazione all’immissione in commercio è valida in tutti i 27 Stati membri dell’Ue e in Islanda, Liechtenstein e Norvegia.

Una soluzione anche per i teenager

L’approvazione di ritlecitinib in Europa “rappresenta un traguardo importante per i pazienti di appena 12 anni di età affetti da notevole perdita di capelli dovuta a alopecia areata – ha sottolineato Angela Hwang, direttore commerciale, presidente, attività globale di prodotti biofarmaceutici di Pfizer – poiché ora hanno l’opportunità di ottenere una significativa ricrescita dei capelli”.

Il medicinale è già stato approvato dalla Food and Drug Administration americana e dal ministero della Sanità nipponico.

L’alopecia areata

La malattia si sviluppa quando il sistema immunitario attacca i follicoli piliferi del corpo, causando l’improvvisa caduta dei capelli o dei peli. Colpisce circa il 2% della popolazione e può manifestarsi a qualsiasi età.

I dati dello studio Allegro

L’approvazione si basa sul programma di studi clinici Allego, che ha valutato il medicinale in pazienti di età pari o superiore a 12 anni con alopecia areata e perdita di capelli del cuoio capelluto pari o superiore al 50%, inclusi pazienti con alopecia totalis (perdita totale dei capelli del cuoio capelluto) e alopecia universalis (perdita totale dei capelli sul corpo).

I risultati hanno mostrato che il 13,4% degli adulti e degli adolescenti ha riscontrato una copertura del cuoio capelluto pari o superiore al 90% dopo 24 settimane di trattamento, rispetto all’1,5% con placebo. È stata misurata anche la cosiddetta risposta PGI-C (Patient Global Impression of Change). Ebbene, alla settimana 24, il 49,2% dei soggetti ha riportato un miglioramento da “moderato” a “grande” dell’alopecia areata, contro il 9,2% con il placebo.

Effetti collaterali

Le reazioni avverse più comuni con ritlecitinib secondo gli studi includono diarrea (9,2%), acne (6,2%), infezioni del tratto respiratorio superiore (6,2%), orticaria (4,6%), eruzione cutanea (3,8%), follicolite (3,1%) e vertigini (2,3%).

L’inibitore della chinasi non è raccomandato per l’uso in combinazione con altri Jak inibitori, immunomodulatori biologici, ciclosporina o altri potenti immunosoppressori.

Gileadpro
Leadership Forum
Poste Italiane

Leggi anche

Ultima ora

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.