GILEAD

Donne protagoniste della cosmesi in farmacia, tra skincare e nuovi trend

Gilead

Make-up, profumi, prodotti per l’igiene intima, skincare, creme, deodoranti: i cosmetici sono protagonisti irrinunciabili della nostra quotidianità. La cosmesi rappresenta infatti un fiore all’occhiello dell’industria italiana, un comparto in cui le donne hanno giocato storicamente un ruolo strategico. Come consumatrici, certo, ma anche come professioniste in grado di portare innovazione in un settore in continua evoluzione. 

Le donne della cosmesi, nuove frontiere della salute e della bellezza della pelle”, è l’ultimo appuntamento del progetto MPW (Most Powerful Women) di Fortune Italia. L’evento si è inserito nel contesto di Cosmofarma Exhibition 2024, la tre giorni bolognese dedicata a Healthcare, beauty care e a tutto il mondo dei servizi legati alla farmacia. Moderato da Margherita Lopes di Fortune Italia, il talk ha consentito di esplorare le nuove tendenze e le innovazioni nel settore della cosmesi, con un focus su un segmento in grande crescita, la skincare. 

A introdurre il talk è stata Martina Semenzato, la deputata che con la sua mozione sulla menopausa ha contribuito a sfatare un vero e proprio tabù e che è anche autrice di un libro sulla cellulite. “Nel 2018 ho messo per iscritto l’ossessione mia e di tante donne: la cellulite. Ho scritto un libro non tecnico ma ironico e leggero, che sottolinea come la donna sia la peggior nemica di se stessa. Ciascuna di noi subisce un profondo condizionamento causato dai modelli sociali. Siamo alla continua ricerca della perfezione, ma è l’unicità che ci rende belle”, sottolinea Semenzato.

Francesca Ferilli, direttore generale di Bos, l’ente organizzatore di Cosmofarma Exhibition, ripercorre le principali novità che hanno contraddistinto l’edizione 2024. “Uno degli eventi di punta è stato il Cosmetic summit, in cui abbiamo parlato delle giovani donne, che rappresentano il futuro del comparto. Al centro di questa edizione c’è il valore umano: abbiamo prodotto una serie di contenuti dedicati alla persona dietro il camice. L’88% dei cittadini vede nel farmacista una persona meritevole di fiducia”, conclude Ferilli. 

La farmacia agisce sul territorio come centro di consulenza per la salute e la bellezza della pelle. Ed è proprio in virtù di questa fiducia riposta nel farmacista che molte donne comprano qui i propri cosmetici. “Il cosmetico in farmacia è sinonimo di sicurezza”, sottolinea Roberto Tobia, segretario nazionale di Federfarma. “La cosmetica in farmacia vale 2,1 mld di euro, un dato che ha fatto segnare nel 2023 un incremento del 7,5% rispetto all’anno precedente. E le stime per il 2024 lasciano presagire un +7,2%”. Ma la farmacia sta diventando sempre più un punto di riferimento anche per gli uomini: “Stare bene con se stessi è importante anche per il pubblico maschile, che si rivolge al farmacista per consigli e indicazioni sui prodotti per la cura del viso e della pelle”, chiosa Tobia. 

I relatori del talk ‘Le donne della cosmesi’

Adolescenza, età adulta e menopausa: nelle tre età delle donne occorrono prodotti e trattamenti specifici. “Prima di parlare di principi attivi, il farmacista deve conoscere bene la pelle, le sue varie fasi e problematiche”, ricorda Myriam Mazza, farmacista e cosmetologa, presidente di ‘Ricomincio da me’. “Durante l’adolescenza la fanno da padrone cosmetici con un’attività seboregolatrice, calmante e antinfiammatoria. Penso, ad esempio, a prodotti ricchi di estratto di bardana e niacinamide. Dai 30 anni in poi si impongono acido ialuronico, vitamina C o microalghe. Arriviamo infine alla menopausa. Nella skincare quotidiana inseriamo ingredienti come collagene, olio di vinaccioli, estratto di pino marittimo”, spiega Mazza. 

“La pelle è l’organo più esteso del corpo e la nostra missione è prendercene cura”, sottolinea la founder di Solgar e presidente Green Remedies Spa/Hino Cosmetics Anna Giuliani. “I dermocosmetici per il viso sono senza dubbio i più utilizzati. Il nostro brand nasce dalla volontà di proporre con rigore scientifico prodotti validati in modo puntuale dai laboratori, con test mirati”. 

Oriana Oddo, marketing & legal manager di Monteil Cosmetics Italia, analizza come si sono evolute nel tempo le esigenze delle donne in fatto di cosmetici. “Oggi la sfida è saper interpretare le esigenze del mercato, fornendo alla clientela risposte concrete e soddisfacenti. Oggi le donne e le ragazze, complici i social network, sono molto attente all’apparire e questo comporta per noi una sfida ulteriore: assicurare dei prodotti che diano effetti visibili sin da subito, ma che durino nel tempo”.

In un comparto che si nutre di innovazione, costante aggiornamento, tecnologie, la ricerca non si ferma mai. Lo sa bene Melissa Ferrario, marketing director Laboratoire Native Italia. “Offriamo trattamenti di ultima generazione, in linea con le richieste del mercato: massima attenzione alla pelle, ricorso a ingredienti naturali. E poi adottiamo delle tecniche di estrazione sostenibili. I prodotti devono essere naturali, ma senza perdere la piacevolezza nella texture. Più una crema è piacevole da applicare, più la si utilizza e migliore sarà il risultato finale”. 

Leggi anche

Ultima ora

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.