Advertisement Advertisement Advertisement Advertisement Advertisement
enel

Vaccini, la richiesta di trasparenza sui dati

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
vaccini

Trasparenza sui dati relativi ai vaccini a vettore virale in Italia. La richiesta arriva dall’Associazione Luca Coscioni, che aveva già inviato al Governo e al commissario per la pandemia una lettera per chiedere di sospendere i vaccini Astrazeneca e J&J per i giovani.

“Sono passati 4 giorni dalla pubblicazione della lettera dell’Associazione Luca Coscioni in cui si sollecitava lo stop immediato agli open day di vaccino AZ, aperti e perfino dedicati ai giovani a partire dai 18 anni. L’appello, ripreso da numerose testate, è riuscito ad aprire un dibattito istituzionale che ha portato a decisioni chiare quanto necessarie”, ha dichiarato Valeria Poli, dell’Associazione Luca Coscioni e Presidente Società Italiana di Biofisica e Biologia Molecolare.

“Accogliamo con soddisfazione e sollievo la notizia che, su indicazione del Comitato Tecnico Scientifico, il ministro Speranza ha dichiarato che verrà data una indicazione perentoria a non effettuare il vaccino AstraZeneca nella fascia d’età al di sotto dei 60 anni, e ad effettuare le seconde dosi con vaccini a mRna. Speriamo che la campagna vaccinale tra i giovani e i giovanissimi prenderà nuovo impulso utilizzando questi vaccini e che presto molti dei nostri giovani possano così riprendere la loro vita con la spensieratezza necessaria”.

Ora, “nell’interesse della trasparenza e della scienza indipendente, auspichiamo che finalmente vengano resi disponibili i dati sui vaccini a vettore adenovirale somministrati suddivisi per fasce di età e sesso, e sul numero ed esito dei casi di trombosi trombocitopenica indotta da vaccino registrati finora. Tuttora gli scienziati italiani sono costretti a basarsi sui dati che provengono dalla Gran Bretagna, non sarebbe ora di poter ottenere un quadro preciso della situazione nelle diverse Regioni italiane?”.

“Attraverso interrogazioni parlamentari, proposte concrete sviluppate insieme a scienziati e ex presidenti Itat, sin da marzo chiediamo la trasparenza dei dati della pandemia, compresi quelli sui vaccini – aggiunge Marco Cappato, attivista politico che sul tema del Diritto alla Salute e alla Scienza agisce insieme all’Associazione Luca Coscioni, di cui è tesoriere – Quanti sono i contagiati in seguito, ad esempio alle due dosi di vaccino ricevute? E’ evidente che per avere dati disaggregati e in formato aperto su scala nazionale e consentire agli scienziati di effettuare sistematicamente ricerche indipendenti servirebbero i dati aggiornati in tempo reale e certificati dalle Agenzie di Tutela della Salute, dalle Regioni, dall’Istituto Superiore di Sanità e dal Governo. Nel frattempo abbiamo creato la piattaforma CovidLeaks”.

pfizer health
asso
Milteny Banner 1
Milteny Banner 2

Leggi anche

I più letti