Advertisement Advertisement Advertisement Advertisement Advertisement
enel

Covid, nuove regole per cambio di colore delle Regioni

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Covid Speranza

Covid-19 e colori delle Regioni, si cambia. “Il contenuto del decreto che abbiamo approvato oggi ha tre punti fondamentali. Il primo è la proroga al 31 dicembre dello stato di emergenza. Il secondo è il cambiamento dei parametri per il cambio di colore delle regioni”.

A fare il punto sulle nuove regole è stato il ministro della Salute Roberto Speranza, durante la conferenza stampa con il presidente del Consiglio Mario Draghi e la collega Marta Cartabia, dopo un Cdm cruciale per l’estate degli italiani.

“Fino a pochi mesi fa – ha ricordato Speranza – il parametro era l’Rt, più recentemente ci si è riferiti al numero dei casi. La modifica che facciamo, in accordo con le Regioni, è considerare parametro prevalente il tasso di ospedalizzazione”. E questo tenendo conto non solo dell’attuale fase pandemica, ma anche del numero dei vaccinati contro Covid-19. Ma allora come funziona il passaggio di colore?

“Ora le Regioni sono tutte in bianco. Una Regione bianca passa in giallo quando le terapie intensive superano il 10% di occupazione e il 15% in area medica”. Si andrà in arancione con, rispettivamente, il 20% e il 30%. Mentre di passerà in area rossa con i parametri al 30% e 40%. “La ragione di questo cambio è dovuta al fatto che oggi il nostro Paese ha somministrato oltre 63 milioni di dosi di vaccino, è giusto che in questa fase il parametro si l’ospedalizzazione”, ha sottolineato Speranza.

Il ministro ha parlato anche dell’estensione del green pass. “In poche settimane sono state scaricate oltre 40 milioni di certificazioni verdi. E’ un numero molto significativo, importante”.

“E già oggi, prima di attuare questo decreto, abbiamo utilizzato il green pass per alcune situazioni, come i matrimoni”, ha ricordato. Ora il certificato verde “viene esteso ai ristoranti, stadi, musei, centri congressi” e a diverse altre attività quotidiane.

“Il messaggio che vogliamo dare – ha concluso con forza Speranza – è positivo: evitare le nuove chiusure attraverso le vaccinazioni”. Insomma, l’invito è chiaro: “Vaccinarsi, vaccinarsi, vaccinarsi“.

pfizer health
asso
Milteny Banner 1
Milteny Banner 2

Leggi anche

I più letti