Advertisement Advertisement Advertisement Advertisement Advertisement
SAS

Covid, in Italia in calo casi, ricoveri e decessi

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Buone notizie sull’andamento delle pandemia di Covid-19 in Italia: scendono ancora nuovi casi (-13,5%), ricoveri in area medica (-10,2%), terapie intensive (-14,5%) e decessi (-14,5%).

Il monitoraggio indipendente della Fondazione Gimbe rileva, infatti, nella settimana 6-12 ottobre, rispetto alla precedente, una diminuzione di nuovi casi (18.209 vs 21.060) e dei decessi (266 vs 311). In calo anche i casi attualmente positivi (82.546 vs 90.299), le persone in isolamento domiciliare (79.511 vs 86.898), i ricoveri con sintomi (2.665 vs 2.968) e le terapie intensive (370 vs 433).

In dettaglio, rispetto alla settimana precedente, si registrano le seguenti variazioni:
Decessi: 266 (-14,5%), di cui 25 riferiti a periodi precedenti
Terapia intensiva: -63 (-14,5%)
Ricoverati con sintomi: -303 (-10,2%)
Isolamento domiciliare: -7.387 (-8,5%)
Nuovi casi: 18.209 (-13,5%)
Casi attualmente positivi: -7.753 (-8,6%).

“Ormai da 6 settimane consecutive – dichiara Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione Gimbe – a livello nazionale si registra una discesa dei nuovi casi settimanali. Solo in tre Regioni (Calabria, Molise, Piemonte) si rileva un incremento percentuale dei contagi, ma con numeri assoluti molto bassi”.

Scendono a 12 le Province con incidenza pari o superiore a 50 casi per 100.000 abitanti e nessuna conta oltre 150 casi per 100.000 abitanti. In calo anche i decessi: 266 negli ultimi 7 giorni (di cui 25 riferiti a periodi precedenti), con una media di 38 al giorno rispetto ai 44 della settimana precedente.

“A livello ospedaliero – afferma Renata Gili, responsabile Ricerca sui Servizi sanitari della Fondazione – si registra un ulteriore calo dei posti letto occupati dai pazienti Covid-19: rispetto alla settimana precedente scendono del 10,2% in area medica e del 14,5% in terapia intensiva”.

A livello nazionale il tasso di occupazione rimane molto basso (5% in area medica e 4% in area critica) e nessuna Regione supera le soglie del 15% per l’area medica e del 10% per l’area critica. “Continuano a scendere anche gli ingressi giornalieri in terapia intensiva – spiega Marco Mosti, direttore operativo della Fondazione Gimbe – con una media mobile a 7 giorni di 19 ingressi/die rispetto ai 22 della settimana precedente”.

Insomma, i dati mostrano una situazione Covid ‘sotto controllo’, e testimoniano l’efficacia della campagna vaccinale.

SAS ARTICOLO
SAS HEALTH
Animaaa
pfizer health

Leggi anche

I più letti