WOBI HEALTH

Covid, in Austria da febbraio vaccino obbligatorio (prima in Europa)

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
moderna covid vaccino

Non solo restrizioni maggiori per i non vaccinati. Il picco di contagi spinge l’Austria a imporre due misure estreme: da lunedì sarà previsto un nuovo lockdown nazionale e, soprattutto, da febbraio il vaccino contro Covid verrà reso obbligatorio per tutti. E’ il primo Paese europeo a introdurre questa misura. A comunicare la scelta di applicare la linea dura è stato il cancelliere austriaco Alexander Schellenberg. “Non vogliamo una quinta, una sesta e una settima ondata”, ha affermato. Ammettendo, peraltro, che la scelta presa sull’obbligo vaccinale è stata “difficile”.

Secondo gli ultimi dati nel Paese l’incidenza è arrivata a mille casi ogni 100mila abitanti. Una valutazione dell’impatto del lockdown si farà dopo 10 giorni e al massimo il 13 dicembre finirà per la popolazione vaccinata o per chi è guarito dal virus, mentre resterà in vigore per chi non è immunizzato (per loro il confinamento è iniziato lunedì scorso). “Nonostante mesi di persuasione non siamo riusciti a convincere un numero sufficiente di persone a vaccinarsi”, ha lamentato il cancelliere, accusando chi non lo ha fatto di essere responsabile di “attacco al sistema sanitario”.

a2a
REVERSE HEALTH

Leggi anche

a2a
REVERSE HEALTH

Ultim'ora

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.