POSTE header

OK in Ue ai nuovi vaccini adattati a Omicron 4 e 5

vaccino
Aboca banner articolo

L’Agenzia europea dei medicinali (Ema) corre sui nuovi vaccini adattati a Omicron. Dopo i primi bivalenti che, oltre al ceppo originale, sono mirati contro Omicron 1, l’Ema ha dato infatti il primo via libera anche un vaccino bivalente mirato alle sottovarianti di Omicron BA.4 e BA.5 oltre al ceppo originale di Sars-CoV-2.

Il parere positivo è arrivato dal Chmp, il Comitato per i medicinali umani, e sarà ora inviato alla Commissione europea, che adotterà una decisione finale. Anche in questo caso i nuovi vaccini saranno utilizzati come richiamo in persone over 12, già immunizzate con un ciclo primario contro Covid-19.

La raccomandazione del Comitato era annunciata, ed estenderà l’arsenale di vaccini disponibili per proteggere le persone da Covid, mentre si prevedono nuove ondate di infezioni nella stagione fredda. Comirnaty Original/Omicron BA.4-5* è una versione adattata del vaccino a mRna di Pfizer/BioNTech.

Questi nuovi vaccini, aggiornati per adattarsi meglio alle varianti circolanti di Sars-CoV-2, dovrebbero fornire una protezione più ampia contro diverse varianti. Nella sua decisione il Chmp ha tenuto conto di tutti i dati disponibili su Comirnaty e sui suoi vaccini adattati, compreso quello bivalente contro BA.1.

Gli studi clinici su quest’ultimo prodotto hanno dimostrato che il vaccino è più efficace nell’innescare una risposta immunitaria contro la sottovariante BA.1 rispetto alla prima versione di vaccino.

Gli effetti collaterali erano paragonabili a quelli osservati con Comirnaty. Non solo, i dati sull’immunogenicità (la capacità del vaccino di innescare una risposta immunitaria) – provenienti da studi di laboratorio – hanno fornito prove a sostegno del fatto che il nuovo bivalente innesca un’immunità adeguata contro i ceppi di Omicron 4 e 5.

Sulla base di tutti questi elementi, gli esperti hanno concluso che “Comirnaty Original/Omicron BA.4-5 dovrebbe essere più efficace di Comirnaty nell’innescare una risposta immunitaria contro le sottovarianti BA.4 e BA.5, che attualmente circolano in Europa.

Il profilo di sicurezza del vaccino dovrebbe essere paragonabile a quello di Comirnaty Original/Omicron BA.1 e dello stesso Comirnaty, “per il quale è disponibile una grande quantità di dati”, spiega l’Ema.

Ma cosa accadrà ora del vecchio vaccino? “Comirnaty è ancora efficace nel prevenire malattie gravi, ospedalizzazione e decessi associati a Covid-19 e continuerà ad essere utilizzato nelle campagne di vaccinazione nell’Ue, in particolare per le vaccinazioni primarie”, precisano gli esperti di Ema.

Mentre in Italia oggi sono partite le prenotazioni per i primi bivalenti (approvati nei giorni scorsi da Aifa), c’è da chiedersi se tutta questa disponibilità di soluzioni anti-Covid non finisca per rivelarsi un boomerang.

Numerosi esperti hanno sottolineato l’importanza di non temporeggiare rispetto alla quarta dose, ma gli italiani – che hanno atteso per mesi – risponderanno all’appello? O non si limiteranno ad attendere (ancora) il prossimo arrivo dell’ultima soluzione offerta dalla ricerca? E che fine faranno i vaccini più vecchi?

Coterella
Aboca Home Helath
Teva Home Health

Leggi anche

ABOCA sidebar
TEVA sidebar

Ultima ora

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.