POSTE header

Covid arretra in Italia, il rebus scuola e la questione vaccini

scuola ragazzi
Aboca banner articolo

Mentre sono in arrivo i vaccini aggiornati alle varianti (vecchie e nuove) di Omicron, Covid-19 continua la sua ritirata. Cala ancora, infatti, l’incidenza settimanale, mentre l’Rt è stabile e gli ospedali continuano a svuotarsi.

Gli ultimi dati della Cabina di regia diffusi dall’Istituto superiore di sanità ‘fotografano’ una situazione che lascia spazio a un cauto ottimismo. 

Se è ancora da vedere cosa accadrà con la ripresa della scuola senza mascherine o misure anti-Covid, bisogna dire che la fine delle ferie non si è accompagnata (per il momento) alla temuta ripresa dei contagi.

L’incidenza settimanale a livello nazionale è scesa a 186 casi ogni 100.000 abitanti (09-15 settembre), contro i 197 su 100.000 della settimana precedente. Nel periodo 24 agosto–7 settembre l’Rt medio calcolato sui casi sintomatici è stato pari a 0,92 (range 0,88-0,97), stabile rispetto alla settimana precedente.

L’indice di trasmissibilità basato sui casi con ricovero ospedaliero è in leggera diminuzione e sotto la soglia epidemica: Rt=0,81 (0,77-0,85) al 6 settembre contro Rt=0,88 (0.84-0.92) al 30 agosto.

Sono sempre meno i pazienti Covid negli ospedali: il tasso di occupazione in terapia intensiva è in calo al 1,4% (rilevazione giornaliera al 15 settembre ) contro 1,9% (8 settembre), mentre nelle aree mediche a livello nazionale si scende al 5,7% (15 settembre) dal 6,5% (8 settembre).

La frenata del virus pandemico si registra un po’ in tutti i territorio: solo due Regioni sono classificate a rischio moderato, mentre tutte le altre figurano a rischio basso.

Intanto sono aperte le prenotazioni per i nuovi vaccini aggiornati contro Omicron 1, anche se le autorità europee e quelle italiane hanno già approvato gli adattamenti alle sottovarianti Ba.4 e Ba.5 attualmente in circolazione. Chi ha aspettato finora si metterà in coda per l’iniezione con il ‘primo aggiornamento’ già superato (dal virus), o preferirà attendere?

Al momento, bisogna dirlo, non c’è stata una corsa ai nuovi vaccini anti-Covid. E forse la notevole offerta, un po’ di confusione sulla popolazione da coinvolgere, insieme all’andamento della pandemia, potrebbero influire sull’esito della campagna vaccinale.

Coterella
Aboca Home Helath
Teva Home Health

Leggi anche

ABOCA sidebar
TEVA sidebar

Ultima ora

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.