Scuola e occupazioni: chi rompe paga? Parla lo psichiatra Cantelmi

scuola
Aboca banner articolo

Se le occupazioni degli edifici scolastici provocano danni, oltre all’interruzione delle lezioni, è corretto sanzionare gli studenti? Il dibattito infuoca le chat di classe, alimentato dal ‘pugno duro’ del preside del liceo Tasso, Paolo Pedullà, e dalle parole del ministro dell’Istruzione Giuseppe Valditara dal liceo Severi Correnti di Milano, dove un’occupazione ha causato circa 70mila euro di danni.

Sarebbe infatti allo studio “una norma – ha annunciato nei giorni scorsi il ministro – per far sì che chi occupa, se non dimostra di non essere coinvolto nei fatti, risponda civilmente dei danni che sono stati cagionati”. Un intervento che ha suscitato accese reazioni, non solo da parte degli studenti.

“Ma dobbiamo anche ammettere che il giustificazionismo pedagogico ha fatto danni”, dice a Fortune Italia Tonino Cantelmi, psichiatra e psicoterapeuta specializzato in neuro-sviluppo, professore di Psichiatria dell’Università Gregoriana di Roma. “Forse non è un caso che, a protestare per le sanzioni proposte anche da alcuni dirigenti scolastici, siano stati soprattutto alcuni genitori. Abbiamo rinunciato per anni al principio della responsabilità”.

Per Cantelmi è importante, invece, “ripristinare un principio di autorevolezza e responsabilità. Per i nostri figli la deresponsabilizzazione è pericolosa. Insomma, se vuoi protestare organizzi una protesta, ma non occupi la scuola. Nessuno ti impedirà di parlare”.

Lo psichiatra sottolinea come a criticare questo approccio siano in particolare i genitori. “È come se agisse una nostalgia del tempo che fu: si ricordano le occupazioni fatte in gioventù, senza pensare che tutto quello che si fa ha delle conseguenze. Ma la scuola deve essere anche autorevole, altrimenti continuiamo a favorire un meccanismo di giustificazionismo pedagogico che danneggia le nuove generazioni”, ragiona Cantelmi.

“Oggi psicologia e psicoterapia stanno recuperando aspetti che erano stati colpevolmente trascurati in anni passati. Il principio di responsabilità e autorevolezza è importante per i percorsi di crescita”, conclude.

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.