Advertisement

2 Aprile 2020

Coronavirus, Farmindustria: nessuna emergenza farmaci

Attilia Burke

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Nessuna emergenza farmaci, almeno per ora. Il presidente di Farmindustria Massimo Scaccabarozzi fa il punto. La versione completa di questo articolo, a firma di Attilia Burke, è disponibile sul numero di Fortune Italia di aprile.

 

Nessuna emergenza farmaci, almeno per ora. “In Italia non abbiamo questo tipo di problema almeno per i prossimi tre mesi, stiamo monitorando da vicino la situazione e abbiamo tutti i piani di continuità pronti”, rassicura il presidente di Farmindustria Massimo Scaccabarozzi. È il 10 marzo, l’epidemia di Covid-19 verrà classificata dall’Oms pandemia due giorni più tardi, e la European medicine agency ha appena dichiarato di “non poter escludere” problemi di “carenze o interruzioni della fornitura di medicinali commercializzati nell’Ue”, in seguito all’allargarsi del focolaio. “Sono anch’io in smart working – spiega Scaccabarozzi – non mi sono ancora fermato un attimo. I miei figli mi chiedono se lavoro sempre così tanto, e io gli ho detto che quando vado in ufficio almeno il tempo per una pausa caffè ogni tanto riesco a trovarlo”, afferma a poche ore dall’entrata in vigore del Dpcm che dichiara l’intera penisola italiana zona protetta, con misure restrittive che appaiono lontani echi di periodi di guerra, dai più non vissuti se non nei racconti dei genitori e dei nonni.  

L’hashtag #iorestoacasa vale anche per il presidente di Farmindustria, così come vale quello #iononmifermo perché ci sono settori che non possono arrestare la propria corsa per il valore sociale intrinseco dell’attività svolta: così come i medici e gli operatori sanitari sono in prima linea, lo sono i produttori di medicinali. “Non possiamo far mancare i farmaci”, sottolinea Scaccabarozzi. Il blocco voluto dal governo “mi sento di dire che è un apparente problema perché il decreto fortunatamente, e con grande senso di responsabilità, dice che dobbiamo cercare di limitare la diffusione del virus, stare a casa, favorire lo smart working, ma anche garantire la continuità produttiva di tutti quei settori, come il farmaceutico, che sono strategici da un punto di vista sociale più che economico”.

 

La versione completa di questo articolo è disponibile sul numero di Fortune Italia di aprile. Si può comprare in edicola, oppure ci si può abbonare:

ABBONAMENTO CARTACEO

ABBONAMENTO DIGITALE

Comprate giornali e riviste, in edicola e online, abbonatevi se ne avete la possibilità. È l’unico modo per sostenere l’informazione anche in una fase difficile come quella che stiamo vivendo per l’emergenza Coronavirus.

A portata di click

Acquista Fortune in formato digitale per leggere i nostri contenuti su qualsiasi dispositivo.

In ufficio o a casa tua

Abbonati per ricevere dove preferisci ogni nuova uscita della versione cartacea di Fortune.

Rimani aggiornato

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la migliore selezione degli articoli di Fortune.