Advertisement Advertisement Advertisement Advertisement Advertisement
servier health

Test per Medicina, piattaforma AI prepara a superarlo

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
test ingresso medicina

Sfruttare l’intelligenza artificiale per superare il test d’ingresso a Medicina è possibile? Da oggi sì, visto che Accademia dei Test, start up EdTech, ha sviluppato Futura, la piattaforma che permette di testare le competenze di ogni singolo studente per creare in automatico un percorso di studio personalizzato che si aggiorna in base all’avanzamento dell’apprendimento, fino al giorno del test.

Ogni anno sono quasi 70mila i ragazzi che preparano il test per accedere alla facoltà di Medicina e Chirurgia, a fronte di soli 13mila posti disponibili. La probabilità che un aspirante medico riesca ad accedere è di uno su cinque. Si tratta del più grande imbuto formativo presente nel nostro Paese, che blocca o ritarda le carriere di tanti talenti.

Per prepararsi per tempo e aiutare gli aspiranti medici a raggiungere il loro obiettivo, Accademia dei Test, lancia anche YesMed Summer 2021, il corso intensivo della durata di un mese, che inizierà il 19 luglio, per un totale di 130 ore tra lezioni teoriche ed esercitazioni.

Cos’è lo YesMed Summer 2021

YesMed offre una didattica verticalizzata, basata sull’analisi statistico-matematica dei test, in grado di pianificare lo studio e massimizzare i risultati. Non vengono proposti corsi di singole materie, ma un percorso a 360 gradi che affronta tutte le discipline presenti nei test, tra cui fisica, logica, matematica, cultura generale. Il corso è online e le lezioni vengono registrate in modo che ciascuno studente possa rivedere, in autonomia, i contenuti di interesse.

Tutti gli studenti hanno l’accesso alla piattaforma Futura, studiata in modo che ciascun iscritto abbia chiaro l’avanzamento della propria formazione, fino al giorno del test. Futura, restituisce poi un report dettagliato, per ogni simulazione fatta, evidenziando punti di forza e di debolezza di ciascun studente. Non solo. È anche in grado di offrire una previsione del punteggio che si potrebbe ottenere al test.

Da questa piattaforma si può accedere all’area Simulazioni, che permette a ogni utente sia di vedere i risultati ottenuti in ogni prova che le domande sbagliate, con la possibilità di consultare le risposte. Ad oggi sono 21.000 i quesiti caricati, numero che dà a Futura il titolo di più grande simulatore presente sul mercato.

Il sistema basato sull’AI, impara dall’utente e fornisce simulazioni sempre più difficili con l’avanzare della preparazione. Grazie a questa possibilità, ogni studente puó esercitarsi con prove sempre piú difficili, testando costantemente la propria preparazione.

Gli iscritti al corso hanno anche accesso alla sezione Community, all’interno della quale gli utenti, che oggi sono circa 350, possono confrontarsi e vedere sia il posizionamento complessivo che il risultato ottenuto nelle singole discipline, rispetto agli altri studenti.

E se il candidato non supera il test d’ingresso? L’obiettivo dei quattro giovani fondatori di Accademia dei Test è fare in modo che ciascuno studente possa realizzare il proprio sogno ed entrare alla Facoltà di Medicina. Se questo non dovesse accadere al primo tentativo la startup EdTech offre la possibilità di accedere gratuitamente alle videolezioni registrate e alla sezione Simulazioni, per esercitarsi continuamente fino al superamento del test d’ammissione.

“Dall’esperienza che abbiamo maturato ci siamo resi conto che, per superare i test di ammissione, è necessario essere molto pragmatici e poco teorici. Ed è proprio partendo da questa consapevolezza che cerchiamo di offrire e implementare un metodo di formazione che vada sempre più in quella direzione. Infatti, grazie alla tecnologia e all’Intelligenza Artificiale che sono alla base di Futura, vogliamo offrire a ogni studente non una semplice formazione, ma un percorso costruito sulle esigenze individuali e di qualità superiore, per ottenere un risultato d’eccellenza al test di ammissione” conclude Andrea Chirolli, ceo di Accademia dei Test.