POSTE header

Diasorin crolla in Borsa, delude il piano industriale

Diasorin
Aboca banner articolo

Un venerdì nero per Diasorin. Il prezzo delle azioni su Euronext Milan in queste ore perde il 12% dopo la presentazione del piano industriale. A causa del crollo dei prezzi, la performance Diasorin su base mensile è ora addirittura negativa per il 18%, mentre il segno meno caratterizza anche la performance dell’ultimo anno (-6% rispetto a dicembre 2020).

Insomma, Piazza Affari è delusa dal piano industriale illustrato dall’azienda specializzata in diagnostica, fra le prime a mettere a punto dei test diagnostici in grado di rilevare la presenza del virus Sars-Cov-2. L’anno prossimo i ricavi dovrebbero calare del 2%, con il fatturato Covid visto in riduzione a 150 milioni di euro rispetto ai 370 milioni circa del 2021. Al netto del giro d’affari da Covid, invece, i ricavi dovrebbero aumentare del 24%.

Poi, nel triennio successivo, il fatturato dovrebbe migliorare del 10% all’anno, quelli inclusivi di Covid del 7%. L’ebitda margin adjusted l’anno prossimo sara’ pari al 35%. Al 2025, invece, si attestera’ al 38%, in linea con l’andamento registrato prima della pandemia e dell’acquisizione Luminex.

Diasorin si attende inoltre di ottenere 90 milioni di dollari di sinergie di ricavo e costo nel 2025, come conseguenza di diverse azioni di razionalizzazione, consolidamento ed ottimizzazione della propria struttura operativa e manifatturiere e di azioni di cross-selling sul mercato ospedaliero americano di prodotti Diasorin e di leva sulla struttura commerciale del gruppo al di fuori degli Stati Uniti per promuovere i prodotti Luminex.

Il gruppo prevede che il rapporto tra l’indebitamento finanziario netto e l’Ebitda Adjusted passi da 1,9 volte nel 2021 a 0,5 volte nel 2025. Infine il free cash flow cumulato nel periodo 2022-2025 ammonterà a circa 1,1 miliardi di euro. Nel 2022, invece, i ricavi escluse le attività legate a Covid segneranno un incremento del 24%, mentre i ricavi totali una flessione del 2%, con il fatturato Covid in riduzione da 370 milioni nel 2021 a 150 milioni nel 2022. L’Ebitda adjusted margin nel 2022 sarà del 35%.

“Il nuovo piano industriale approvato oggi dal consiglio di amministrazione delinea le direttrici che guideranno lo sviluppo di Diasorin nei prossimi anni, attraverso il compimento di alcuni progetti strategici già iniziati nel passato e l’avvio di nuove importanti iniziative che alimenteranno e sosterranno la crescita dei prossimi anni, anche grazie alle nuove competenze derivanti dall’acquisizione di Luminex”, ha detto Carlo Rosa, ceo di Diasorin. ”In questi ultimi due anni, la pandemia ha ridefinito il ruolo della diagnostica nella gestione della salute pubblica e ha posto nuove sfide per i sistemi sanitari nazionali a cui Diasorin intende rispondere rafforzando il proprio posizionamento di specialista ‘al cubo'”, ha aggiunto

Il Sole 24 ore riporta che gli analisti di Equita hanno giudicato il nuovo piano industriale 2022-25 deludente, visto che i numeri previsti al 2022 sono più deboli delle attese e anche i target al 2025 sulla marginalità sono leggermente inferiori alle previsioni.

Coterella
Aboca Home Helath
Teva Home Health

Leggi anche

ABOCA sidebar
TEVA sidebar

Ultima ora

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.