ABOCA
WOBI HEALTH

Covid in Italia, scendono incidenza Rt e ricoveri

vacanza in Italia
Aboca banner articolo

Mentre nuovi e vecchi virus (anche di fantasia, come quello ‘inventato’ a Gallipoli) tengono desta l’attenzione dell’Italia in questo caldo agosto, i dati principali della Cabina di regia Covid ‘fotografano’ una pandemia in netta ritirata.

Secondo il report appena diffuso dall’Istituto superiore di sanità, infatti, scende bruscamente l‘incidenza settimanale di Covid-19, ed è in lieve calo anche l’indice di contagiosità Rt. Mentre anche i nuovi contagi quotidiani risultano in discesa: all’11 agosto erano 28.433 (con 130 morti). Non sono pochi, comunque, gli italiani costretti a rinunciare alle ferie per colpa di Sars-Cov-2.

Intanto aumentano nel mondo i contagi di vaiolo delle scimmie e crescono le infezioni da West Nile virus in Italia, mentre a Londra la presenza del virus della polio nelle acque reflue ha spinto le autorità a programmare un richiamo vaccinale per un milione di bambini da uno a nove anni. Insomma, nonché solo Covid-19 a insidiare la salute della popolazione.

Ma la buona notizia è che il virus pandemico ha decisamente rallentato la sua corsa: i ricoveri sono scesi del 20% nell’ultima settimana, secondo il report degli ospedali sentinella Fiaso (Federazione aziende sanitarie e ospedaliere). E anche le terapie intensive fanno segnare un -22% rispetto alla settimana precedente. In calo del 27%, inoltre, i ricoveri Covid pediatrici negli ospedali aderenti al network sentinella di Fiaso, dove nessun bimbo è in terapia intensiva.

Sono sempre meno quelli che Fiaso definisce i pazienti con Covid, il cui ricovero è stato determinato da altre patologie ma che sono risultati positivi al tampone. Mentre oltre l’80% dei soggetti vaccinati presenti in area medica ha una età media di 76 anni e non si è sottoposto alla quarta dose.

Ma vediamo nei dettagli il report settimanale diffuso dall’Iss: l’incidenza è di 365 positivi ogni 100.000 abitanti (05-11 agosto) contro 533 ogni 100.000 abitanti nella settimana precedente.

Nel periodo 20 luglio – 2 agosto l’Rt medio calcolato sui casi sintomatici è stato pari a 0,81 (range 0,78-0,85), in diminuzione rispetto alla settimana precedente quando era 0,82. In calo anche l’indice di trasmissibilità basato sui casi con ricovero ospedaliero: Rt=0.76 (0,73-0,79) al 02 agosto contro Rt=0.82 (0,80-0,84) al 26 luglio. Si tratta in entrambi i casi di valori al di sotto della soglia epidemica.

Bene anche i dati degli ospedali, dove si svuotano le rianimazioni: il tasso di occupazione in terapia intensiva è in calo al 3,2% (rilevazione giornaliera ministero della Salute al 11 agosto) contro 3,6% (rilevazione giornaliera Ministero della Salute al 04 agosto). Mentre nelle aree mediche a livello nazionale si scende al 13,0% (11 agosto) dal 15,2% (4 agosto).

Insomma, Omicron 5 è in decisa frenata, anche se ‘viaggia’ ancora a ritmi di quasi 30mila contagi al giorno, e i dati dei decessi non smettono di suscitare interrogativi sulla nostra capacità di contrastare efficacemente la malattia nei soggetti più fragili.

IV Forum Health
Teva box 2023
servier 2022
ABOCA BANNER
CDPimpreseAdvertisement
CDPPAAdvertisement

Leggi anche

CDP1Advertisement
CDP2Advertisement
IV Forum Health
WBF

Ultima ora

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.