novanordisk
novanordisk 2
novanordisk 3
novanordisk 4
novanordisk 5
novonordisk 6
novonordisk 7
novonordisk 8
novonordisk 9
novonordisk 10
novonordisk 11
novonordisk 12
Novonordisk 13
novonordisk 14
novonordisk 15
novonordisk 16
bristol
 

Gruppo Stada, fatturato in crescita in I semestre

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Stada farmaci

Performance migliore rispetto al settore nel I semestre per il Gruppo Stada. Il Gruppo, con sede a Bad Vilbel (Germania) e specializzata nel settore dei farmaci equivalenti, conferma dunque la sua resilienza anche nelle difficili condizioni dovute alla pandemia da Coronavirus, ottenendo nella prima metà del 2021 una crescita del fatturato rettificato in valuta costante del 5%, attestatosi a 1,51 miliardi di euro nella prima metà del 2021, pari a una crescita del fatturato del 3%.

“L’integrazione delle recenti acquisizioni insieme all’opportunità di crescita organica durante il primo semestre di quest’anno hanno permesso a Stada di performare meglio dei suoi diretti competitor”, si legge in una nota. E questo dopo aver investito nel corso del 2020 oltre 1 miliardo di euro in future opportunità di crescita, come nel business degli integratori alimentari Walmark, nell’ex portafoglio Takeda in Russia e Paesi CSI, e grazie alla concessione in licenza di un prodotto per il Parkinson già in fase avanzata di sviluppo.

La crescita è stata calcolata a fronte dei dati dall’inizio dell’anno fino a giugno rilevati dall’agenzia di ricerche di mercato globale Iqvia che conferma che, in generale, il mercato farmaceutico off-patent in Europa ha subito nello stesso periodo una contrazione dell’1,8%.

Le vendite europee di farmaci da banco e prodotti sanitari off-license sono diminuite del 2,8% e sono diminuite del 5,9% per le prime cinque aziende Otc. Nello stesso periodo, le vendite europee di farmaci equivalenti soggetti a prescrizione sono aumentate del 2%, mentre il fatturato delle prime cinque aziende di generici è diminuito del 2,5%, ricorda Stada in una nota.

Secondo i dati Iqvia, nei primi sei mesi del 2021 Stada è stata in grado di migliorare la sua posizione tra le prime cinque aziende Otc in Europa, attestandosi al quarto posto poiché il gruppo ha sovraperformato rispetto ai suoi primi cinque competitor.

“Sono orgoglioso di come la nostra forza lavoro globale così diversificata stia sostenendo con agilità e alti livelli di coinvolgimento la nostra capacità di fornire farmaci – ha commentato Peter Goldschmidt, Ceo di Stada – La nostra cultura unica ci ha permesso di posizionarci sempre più come “Go-to-Partner” per le collaborazioni e gli accordi in-licensing: questo, insieme alla robusta pipeline di farmaci equivalenti, ci permetterà di continuare a performare meglio rispetto ai nostri competitor “.

Mentre le condizioni commerciali in Germania sono state difficili nel corso della prima metà dell’anno a causa degli effetti della pandemia da Covid-19, il secondo mercato più grande di Stada, la Russia, ha superato le aspettative, non da ultimo grazie alle maggiori vendite di alcuni brand, dato che l’organizzazione locale ha conquistato il primo posto nel settore Consumer Healthcare nel Paese. Allo stesso tempo, Stada è diventata anche leader del settore Consumer Healthcare in Belgio ed è una delle prime 3 aziende leader in diversi mercati, ad esempio nella Repubblica Ceca.

“Anche se le restrizioni legate alla pandemia sono state allentate in molti Paesi grazie all’aumento dei tassi di vaccinazione, credo che in molti mercati il ritorno alla situazione pre-pandemia sarà possibile molto lentamente solo nella seconda metà di quest’anno. C’è ancora incertezza su cosa questo significhi per lo sviluppo del mercato nella seconda metà dell’anno e del mercato relativo ai prodotti della categoria ‘tosse e malattie da raffreddamento’ durante la prossima stagione invernale”, ha concluso Goldschmidt.

“Per quanto riguarda in particolare il mercato italiano, prossimamente si concretizzerà l’acquisizione del brand Lisomucil da Sanofi: questa operazione ci consentirà di ampliare ulteriormente il nostro portfolio di prodotti Consumer Healthcare in Italia, rafforzando sempre più il nostro ruolo in un settore per noi strategico”, dichiara Salvatore Butti, General Manager & Managing Director di EG Stada Group.

Bristol
INFRATEL
double for you 2

Leggi anche

Bristol
INFRATEL
double for you 2

Ultim'ora