Advertisement Advertisement Advertisement Advertisement Advertisement
servier health

Scuola, nessun obbligo vaccinale (per ora)

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Nessun obbligo vaccinale, almeno per ora. Si tratta ancora sul decreto con cui il governo affronterà il nodo del green pass per scuola e trasporti. Molto probabilmente il tema sarà sul tavolo del Consiglio dei ministri la prossima settimana.

Del tema si dibatte da giorni, il premier Mario Draghi già nella sua ultima conferenza stampa non aveva escluso il ricorso a questa misura in caso di necessità. “L’obiettivo è tutti a scuola in presenza da settembre. Tutto quello che è necessario è fatto e sarà fatto”, aveva assicurato.

Per ora, tuttavia, l’ipotesi è quantomeno rimandata. Si attendono anche i dati. Il commissario all’emergenza Francesco Figliuolo, la scorsa settimana aveva scritto alle Regioni, chiedendo, tra l’altro, di censire il numero dei prof non vaccinati alla data del 20 agosto.

D’altra parte, sulla questione, pesano non soltanto la posizione dei presidi ma anche quella di partiti di maggioranza. Se da una parte, infatti, il Pd si dice pronto “qualora se ne rilevasse la necessità” a sostenere “il governo nell’adozione di interventi a sostegno dell’obbligo vaccinale per il personale della scuola”, dall’altro c’è la Lega che frena.

Proprio questa mattina a palazzo Chigi c’è stato un incontro tra il premier e Matteo Salvini, il primo dopo che Draghi aveva pesantemente bacchettato gli ammiccamenti no vax del leader della Lega ricordando che “l’appello a non vaccinarsi è un appello a morire”.

“Ho sottolineato il rammarico, come Lega stiamo lavorando come matti per tenere insieme tutto, certe considerazioni sono ingenerose”, ha sostenuto Salvini al termine del colloquio. Ma il leader del Carroccio esulta soprattutto per il rinvio di ogni decisione sull’obbligo vaccinale per il personale scolastico. “Tutti i bambini devono tornare a scuola e soprattutto chiediamo di aspettare i dati prima di pensare a ulteriori restrizioni sui trasporti. Ho letto di restrizioni già da prossimi giorni, ma non sarà così”, ha spiegato.