INFRATEL 4

Strisce blu gratis per disabili, nuovo appello associazioni

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
disabili parcheggio

Passi avanti per la gratuità delle strisce blu per le persone con disabilità. Ora il Governo faccia la sua parte e dia parere favorevole per l’approvazione in commissione Bilancio. A chiederlo sono Cittadinanzattiva, Unione italiana lotta alla distrofia muscolare (Uildm) e Vera Studio, che plaudono alla decisione delle commissioni Trasporti e Ambiente della Camera per l’approvazione degli emendamenti presentati sulla gratuità della sosta sulle strisce blu per i veicoli dotati di apposito contrassegno europeo per disabili.

“La richiesta di modifica era da tempo all’attenzione del Governo: più volte il Parlamento ha chiesto, con diversi ordini del giorno e ancor più di recente con il voto favorevole sulla mozione Noja, di intervenire per far sì che nel nostro Paese le persone con disabilità abbiano gli stessi diritti.
Il diritto ad una piena e agevole mobilità non deve dipendere dalla buona volontà di un Sindaco”, sottolineano le associazioni.

“Il voto di ieri in commissioni riunite Trasporti e Ambiente dimostra nei fatti che c’è un consenso di tutte le forze politiche ad approvare questa norma di civiltà – ha dichiarato Anna Lisa Mandorino, Segretaria Generale di Cittadinanzattiva – Mi preme ricordare che vi sono stati diversi ordini del giorno e soprattutto una mozione votata di recente alla Camera. Ci auguriamo che il ministero dell’Economia e l’Anci facciano la loro parte e diano parere favorevole all’approvazione della norma. Le presunte ragioni di cassa, a nostro avviso, non sussistono perché negli emendamenti presentati è indicato l’incremento delle sanzioni pecuniarie per chi occupa abusivamente gli stalli, quindi è già prevista una copertura per i Comuni sui presunti introiti mancati”.

“Le Commissioni Parlamentari hanno giustamente votato e approvato questa modifica e noi speriamo – prosegue Marco Rasconi, presidente di Uildm – che alla fine il ministro dell’Economia e il suo staff comprendano che è necessario far approvare questa norma, che è molto importante per chi ha già enormi difficoltà di spostamento e di mobilità nelle città. Queste preoccupazioni da parte dell’Anci sulle casse comunali non emergono quando migliaia di motorini occupano gli stalli e le strisce blu senza pagare la sosta oraria, forse perché per i sindaci rappresentano molti voti”.

“La Camera aveva già votato ed approvato la mozione sulla disabilità presentata dall’onorevole Noja – prosegue Francesco Schlitzer, amministratore delegato di Vera Studio, società che affianca pro bono le associazioni civiche – Il Governo ha il dovere di rispettarla ed attuarla. Altrimenti tutto questo lavoro politico-istituzionale non ha senso se, su diritti così importanti, poi non lo si rispetta. Mi chiedo quale coerenza ci sia quando le istituzioni e la stessa Anci plaudono agli atleti paralimpici italiani ma poi sono contrari a norme che possono aiutare anche coloro che non sono atleti ma vivono la medesima condizione di disabilità”.

INFRATEL
double for you 2

Leggi anche

INFRATEL
double for you 2

Ultim'ora