Advertisement
Cdp Banner Interno

5 Ottobre 2020

Camerano (Poste): Ora serve un modello manageriale attento alle persone

Fortune

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Come possono essere orientate alle persone, oltre che ai risultati, le scelte organizzative e le politiche di welfare di una grande azienda? E come può un manager lavorare per tutelare la salute mentale dei suoi collaboratori? Siamo partiti da questa domanda per affrontare il tema del welfare aziendale (e della salute mentale dei dipendenti) insieme a Fabio Camerano, Head of Organization and Development di Poste Italiane. Lo abbiamo fatto nell’ambito della serie di podcast prodotti da Fortune Italia e LundbeckAl fianco del manager’.

 

“Con circa 130mila dipendenti Poste Italiane è il maggior employer del Paese e la centralità delle persone che vi lavorano è uno dei nostri valori fondanti”. Il sistema di welfare aziendale di Poste, dice Camerano, “è molto articolato”, e prevede l’impegno per la salute dei dipendenti, la genitorialità, la sostenibilità e l’attenzione alla formazione. Per fare un esempio, “a luglio 2018 abbiamo raggiunto con i sindacati un accordo per il premio di risultato, per consentire ai dipendenti per optare per la devoluzione dello stesso in beni e servizi welfare”. Un servizio personalizzabile anche attraverso una piattaforma online.

 

Secondo Camerano, quest’anno, “come mai prima, i manager si sono trovati ad affrontare le ansie e il senso di smarrimento dei colleghi”. Ma anche la necessità di portare avanti tutte le sue consuete attività. Per Poste “è stata una grande prova di resilienza”, dice Camerano. Nella nostra esperienza il senso di appartenzenza in Poste è stato fondamentale. Siamo rimasti uniti e abbiamo reagito. L’azienda ha messo al primo posto la salute delle persone senza venir meno al servizio per i cittadini”. Per Camerano la leadership più efficace è stata “quella più inclusiva”. La connessione tra persone infatti “è vitale e va preservata”. L’accelerazione del lavoro da remoto richiede stili manageriali basati su fiducia, delega e trasparenza delle scelte: un modello manageriale, quindi, “più attento alle persone”.

 

Ascolta “Fabio Camerano: “Ora serve un modello manageriale attento alle persone”” su Spreaker.

A portata di click

Acquista Fortune in formato digitale per leggere i nostri contenuti su qualsiasi dispositivo.

In ufficio o a casa tua

Abbonati per ricevere dove preferisci ogni nuova uscita della versione cartacea di Fortune.

Rimani aggiornato

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la migliore selezione degli articoli di Fortune.