novanordisk
novanordisk 2
novanordisk 3
novanordisk 4
novanordisk 5
novonordisk 6
novonordisk 7
novonordisk 8
novonordisk 9
novonordisk 10
novonordisk 11
novonordisk 12
Novonordisk 13
novonordisk 14
novonordisk 15
novonordisk 16
bristol
 

Vaccino anti-Covid a bimbi 5-11 anni, l’ok Ema

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
vaccino Covid

E’ arrivato il ‘disco verde’ dell’Agenzia europea dei medicinali (Ema) per la vaccinazione anti-Covid nei bambini della fascia 5-11 anni, una platea di circa 4 milioni di piccoli in Italia. Ancora una volta sarà il vaccino Pfizer-BioNTech ad essere utilizzato per primo nei bambini, ma quando inizieranno le somministrazioni?

Dopo il via libera del Chmp seguirà quello della Commissione europea; è inoltre attesa a stretto giro la pronuncia dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa). Ma le immunizzazioni potranno partire solo dopo la consegna delle dosi pediatriche, che sono ridotte rispetto a quelle usate dagli adulti. Pfizer dovrebbe consegnarle nella terza decade di dicembre.

“Il primo passaggio – ha infatti spiegato il ministro della Salute, Roberto Speranza in conferenza stampa dopo il Cdm che ha dato il via libera al Super green pass – è l’approvazione di Ema del vaccino Pfizer per i bambini nella dose ridotta. Poi Aifa si pronuncerà con un parere allineato a Ema e resta da attendere la consegna di Pfizer delle dosi pediatriche nella terza decade di dicembre. Nel frattempo faremo una campagna di comunicazione e l’indicazione che daremo sarà di ascoltare i pediatri e i medici”. 

Ma intanto vediamo cosa prevede l’Ema. Il Comitato per i medicinali a uso umano  ha raccomandato di concedere un’estensione dell’indicazione per il vaccino Comirnaty per includere l’uso nei bambini tra 5 e 11 anni. Il vaccino, sviluppato da BioNTech e Pfizer, è stato il primo ad essere approvato per l’uso in adulti e bambini over 12.

La dose di Comirnaty sarà inferiore a quella utilizzata in chi ha più di 12 anni (10 µg rispetto a 30 µg). Come nel gruppo di età più avanzata, il vaccino viene somministrato con due iniezioni nei muscoli della parte superiore del braccio, a distanza di tre settimane.

Ma quali sono i dati di sicurezza ed efficacia? Uno studio su bambini di  5-11 anni ha mostrato che la risposta immunitaria a Comirnaty somministrato a una dose più bassa (10 µg) in questo gruppo di età era paragonabile a quella osservata con la dose più alta (30 µg) in pazienti tra 16 e 25 anni. anziani (misurato dal livello di anticorpi contro Sars-CoV-2). L’efficacia di Comirnaty è stata calcolata in quasi 2.000 bambini che non presentavano segni di infezione precedente. Questi bambini hanno ricevuto il vaccino o un placebo. Ebbene, su 1.305 bambini che hanno ricevuto il vaccino, tre hanno sviluppato Covid-19 rispetto a 16 sui 663 bambini che hanno ricevuto il placebo. Ciò significa che, in questo studio, il vaccino è risultato avere un’efficacia del 90,7% nel prevenire Covid sintomatica (sebbene il tasso reale potesse essere compreso tra il 67,7% e il 98,3%).

C’è poi la questione della sicurezza. Gli effetti indesiderati più comuni nei bambini tra 5 e 11 anni sono simili a quelli nelle persone di età pari o superiore a 12 anni. Includono dolore al sito di iniezione, stanchezza, mal di testa, arrossamento e gonfiore al sito di iniezione, dolore muscolare e brividi. Questi effetti sono generalmente lievi o moderati e migliorano entro pochi giorni dalla vaccinazione.

Il Chmp ha pertanto concluso che i benefici di Comirnaty nei bambini tra 5 e 11 anni superano i rischi, in particolare in quelli con condizioni che aumentano il rischio di Covid-19 grave.

La sicurezza e l’efficacia del vaccino sia nei bambini che negli adulti continueranno comunque “a essere monitorate attentamente”. Il Chmp invierà ora la sua raccomandazione alla Commissione Europea, che emetterà una decisione finale.

Bristol
INFRATEL
double for you 2

Leggi anche

Bristol
INFRATEL
double for you 2

Ultim'ora