4 Luglio 2019

Lo scudo di Facebook per contrastare gli antivax

Fortune

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Di Sy Mukherjee – Facebook, per una serie di motivi, è diventato il bersaglio preferito delle autorità di controllo di privacy, media e salute. La società ha annunciato che sta facendo passi avanti per porre un freno a uno dei fenomeni che la vedono protagonista: la diffusione sulla sua piattaforma di informazioni false riguardanti argomenti legati a sanità e salute.

“Sappiamo che alle persone non piacciono spam e post sensazionalistici, e che i contenuti fuorvianti riguardanti la salute sono particolarmente negativi per la nostra comunità. Quindi, il mese scorso abbiamo fatto due aggiornamenti per ridurre”, prima di tutto, “post sensazionalistici riguardanti la salute”, e poi anche i post “che tentano di vendere prodotti o servizi basati su rivendicazioni relative alla salute”, ha scritto il gigante dei social media in un post sul suo blog.

Cosa prevede lo sforzo di Facebook? Innanzitutto la società ha detto che si concentrerà su “frasi comunemente usate in questo tipo di post, per prevedere quali nuovi contenuti  sul social potrebbero includere affermazioni senzazionalistiche relative alla salute o promozione di prodotti, e quindi mostrarli più in basso nella newsfeed”.

Facebook, Google e altri giganti della tecnologia sono stati messi sotto pressione per la disinformazione dilagante sui temi sanitari diffusa attraverso le loro piattaforme. Facebook, in particolare, è stato indicato come terreno fertile per lo scetticismo antivax, che continua a prendere piede in un’era in cui resuscitano malattie infettive che un tempo si pensava fossero sotto controllo.

A portata di click

Acquista Fortune in formato digitale per leggere i nostri contenuti su qualsiasi dispositivo.

In ufficio o a casa tua

Abbonati per ricevere dove preferisci ogni nuova uscita della versione cartacea di Fortune.

Rimani aggiornato

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la migliore selezione degli articoli di Fortune.