Forum Puglia
Aboca health
viaggi salute
Aboca banner articolo

Si fa presto a dire vacanza. In questi anni viaggiare è stato un miraggio, ma ora la voglia di spostarsi, scoprire nuovi luoghi, è tornata prepotentemente. Forse anche inaspettatamente, come dimostrano le disavventure per i viaggiatori raccontate già a inizio estate. Proprio pensando alla salute in vacanza, Cittadinanzattiva ha realizzato una guida ad hoc, mettendo anche a disposizione dei cittadini a mail [email protected] per disservizi e chiarimenti.

Nella guida online, tutte le informazioni sui servizi sanitari disponibili in Italia e all’estero, con i suggerimenti per chi si sposta anche fuori Ue. “Se ci si reca in uno Stato dell’Unione europea o in Islanda, Liechtenstein, Norvegia, Svizzera (Stati Efta che fanno parte della Associazione europea di libero scambio), o in altri Paesi convenzionati con l’Italia, è importante ricordare di portare la Team – Tessera Europea di Assicurazione Malattia. Negli Stati Ue o Efta o convenzionati, una volta presentata al medico in ospedale (pubblico o convenzionato), consente di accedere alle prestazioni sanitarie necessarie, alle stesse condizioni dei cittadini del Paese visitato”.

Questo è solo uno dei suggerimenti presenti nella guida, importanti per essere informati prima di partire e per avere consapevolezza dei propri diritti in caso si incappi in problemi di salute in vacanza.

Per chi si sposta per villeggiatura in Italia, invece, in orario diurno, è possibile contattare la guardia medica turistica: normalmente attiva nei luoghi di maggiore affluenza turistica anche nei giorni festivi e prefestivi, garantisce le visite ambulatoriali, la richiesta di visite specialistiche e la prescrizione di farmaci. Non garantisce, invece, il servizio notturno, le prestazioni più impegnative e quelle di Pronto soccorso.

La guida di Cittadinanzattiva fa luce anche sulle norme Covid attualmente in vigore nei vari Paesi: se ormai per l’ingresso in Italia non è più necessaria l’esibizione del green pass – ma persiste fino al 30 settembre solamente l’obbligo di indossare la mascherina FFP2 sui mezzi pubblici, esclusi gli aerei – lo stesso non può dirsi per la Francia, dove ancora è necessario esibire il certificato che attesti il completamento del ciclo vaccinale almeno 7 giorni prima dell’ingresso nel territorio nazionale o il certificato di guarigione dall’infezione emesso da più di 11 giorni e non oltre 6 mesi, oppure ancora l’esito negativo di un test antigenico/molecolare effettuato 48/72 ore prima della partenza.

Insomma, Paese che vai, misura che trovi. Ecco allora che per viaggiare in salute è importante (anche) essere bene informati.

 

IV Forum Health
IV Forum Health
Teva box 2023
servier 2022
ABOCA BANNER
CDPimpreseAdvertisement
CDPPAAdvertisement

Leggi anche

CDP1Advertisement
CDP2Advertisement
IV Forum Health
WBF

Ultima ora

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.