WBF

La Costituzione

C’e’ una Costituzione, ancora, a Roma. E c’è un Presidente della Repubblica che la fa rispettare.
Sergio Mattarella é un vecchio democristiano e di politica ne ha vista scorrere. Buona e pessima politica, quella che stagioni altalenanti sotto il profilo della qualità degli uomini e delle idee hanno proposto al Paese. Ora ha scelto, Costituzione alla mano, di esercitare il proprio potere.
Il no a Paolo Savona ministro dell’Economia non è il no a una persona, a un’idea, o a un partito. È il no alla pretesa di imporre un ministro contro il parere del Capo dello Stato, di neutralizzare il bilanciamento dei poteri, rivendicando di poter disporre della Repubblica forti di un risultato elettorale. Peraltro, un risultato che ha prodotto una maggioranza ‘nuova’ rispetto alle alleanze pre-voto.
Quello che é successo negli ultimi due mesi è complicata ma legittima dialettica politica. L’epilogo di queste ore, che sarà strumentalizzato per interessi di parte, é la difesa, estrema, di questa stessa politica. E della Costituzione, che resta l’unico riferimento imprescindibile.
CDP1Advertisement
CDP2Advertisement
IV Forum Health
WBF

Dello stesso autore

CDP1Advertisement
CDP2Advertisement
IV Forum Health
WBF

Ultim'ora

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.