INFRATEL 4

La versione completa della 100 Welfare Specialist è disponibile sul numero di Fortune Italia di ottobre 2021. Ci si può abbonare al magazine di Fortune Italia a questo link: potrete scegliere tra la versione cartacea, quella digitale oppure entrambe. Qui invece si possono acquistare i singoli numeri della rivista in versione digitale.

QUESTIONE DA SPECIALISTI? Anche. Ma il mondo del welfare è fatto di trasversalità, quanto di verticalizzazioni. Vale per il welfare pubblico, ma ancora di più per quello privato, integrativo o sussidiato che dir si voglia. Ed è quest’ultimo, quello di cui ci occupiamo, e dentro il quale abbiamo voluto fare un primo elenco di “specialisti”, appunto.
 

QUALCOSA STA CAMBIANDO, e crediamo che sia utile seguire e raccontare questa evoluzione. Anche attraverso l’indicazione dei protagonisti.

NE ABBIAMO INDIVIDUATI 100. Avrebbero potuto essere molti di più. Li abbiamo organizzati in cinque categorie, senza pretesa di essere scientifici. E senza l’ambizione di fare una classifica (almeno per ora). Si tratta di contenitori che in qualche caso rischiano di avere i bordi un po’ sfrangiati, sovrapposti a qualcuno dei contenitori contigui. A volte destinati a raccogliere soggetti che non sempre paiono somigliarsi tantissimo.

PROVIDER:
gli intermediari del welfare aziendale

Ecco gli specialisti dei provider del welfare aziendale. Di questa tipologia di imprese c’è stato un censimento rigoroso, condotto dall’Università Cattolica di Milano. Sono emerse un centinaio di imprese che possono definirsi “provider” di welfare aziendale. Abbiamo scelto una ventina di manager per altrettanti provider.

Cesare Lai

Guida Generali Welion, la struttura di Health & welfare, e ha la responsabilità della gestione assicurativa degli affari “employee benefit” riguardanti i rischi di malattia e di invalidità permanente da malattia di Generali Italia oltre al coordinamento delle attività del business salute e dei servizi relativi erogati tramite Generali Welion, che diventa il polo di riferimento “employee benefit” sui temi salute e benessere (malattia, infortuni) e protezione della vita in generale.

Pietro Spreafico

Partner e Ceo di Timeswapp (società che si occupa di organizzazione del lavoro, smart working e welfare aziendale) e welfare product manager di Inaz (l’azienda nata come leader nella gestione delle buste paga) con l’obiettivo di fornire un’offerta integrata al mondo degli Hr manager. La gestione delle risorse umane passa dalla busta paga, così come dal welfare aziendale. Cura – tra l’altro – la produzione dell’Osservatorio welfare di Assolombarda.

Paolo Giacometti

General manager di WelfareBit, provider di welfare aziendale attivo in tutto il Paese con un particolare radicamento in Piemonte e Lombardia. Grazie alla partnership con Namirial Spa (di cui Giacometti è stato amministratore), società informatica multinazionale leader mondiale nei servizi di dematerializzazione documentale, WelfareBit ha “riscritto” la sua piattaforma adoperando la tecnologia blockchain, per garantire la massima sicurezza e la tracciabilità nelle transazioni.

Alberto Fraticelli

Fondatore e direttore del provider di welfare TreCuori Spa. Le sue aree di interesse professionale e di studio sono legate alla missione della società da lui fondata, che è la riattivazione dell’economia dei territori attraverso servizi erogati – attraverso una piattaforma digitale proprietaria – a persone, imprese, non profit e pubbliche amministrazioni nei settori dei circuiti commerciali locali, dei market place, delle monete complementari, del marketing sociale, del welfare aziendale e pubblico.

Francesca Rizzi

Tra le fondatrici di Jointly, il provider di welfare aziendale che ha scelto come claim: “Il welfare condiviso”. Una dichiarazione sul potere delle connessioni tra persone “che investono le proprie competenze, qualità e impegno a servizio del bene comune. E credo che questo rappresenti la miglior forma di progresso e innovazione sociale” scrive sul suo profilo LinkedIn. Con Jointly si propone l’obiettivo del “peoplecaring” per le aziende che fanno piani di welfare. Jointly si rivolge a imprenditori e manager che credono nel peoplecaring come strumento per migliorare il benessere dei propri collaboratori e delle proprie organizzazioni, e che interpretano il proprio ruolo con responsabiltà sociale, per generare impatto sociale.

Alberto Perfumo

Frequenta il mondo del welfare aziendale da vent’anni, da quando, nel 2002 ha fondato la società di cui è ancora socio e amministratore delegato, Eudaimon. In greco “felicità e benessere”: l’obiettivo di ogni piano di welfare aziendale. Ha lavorato per otto anni in società multinazionali della consulenza e da oltre vent’anni è imprenditore. Dal 1996 al 2000, è stato socio e amministratore di Wind Consulting, società di consulenza, poi ceduta a Siebel – Oracle. Laureato in ingegneria nucleare, prima dell’avventura imprenditoriale ha lavorato per otto anni in società multinazionali della consulenza: dapprima in Accenture, quando ancora si chiamava Andersen Consulting, in Kpmg e in Coopers & Lybrand che poi sarebbe diventata Pwc.

Stefano Casati

Amministratore delegato di DoubleYou, uno dei primi provider di welfare aziendale affacciatesi sul mercato: il welfare aziendale è l’insieme delle iniziative di natura contrattuale o unilaterali da parte del datore di lavoro volte a incrementare il benessere del lavoratore e della sua famiglia. Welfare significa vantaggi per il dipendente e per l’azienda. Nel 2014 è stato tra i fondatori della società, che ha rapidamente trovato clienti. Laureato in Economia delle aziende no profit, ha sviluppato una lunga esperienza nel settore del welfare aziendale come commerciale. Nel 2016 la società è stata acquisita dal Gruppo Zucchetti. Oggi Casati nell’azienda ricopre la funzione di responsabile dello sviluppo aziendale e dell’innovazione di prodotto.

Mariacristina Bertolini

Vicepresidente e Direttore generale presso Up Day spa, dove è approdata nel 2015. Ha maturato un’esperienza quasi ventennale nel settore dei servizi per le aziende e con le Pubbliche amministrazioni. Dal 2004 per circa dieci anni, si afferma nel ruolo di direttore divisione BluTicket per il gruppo Cir Food e contemporaneamente amplia le sue competenze in una società partecipata del gruppo, che opera in ambito di progettazione e realizzazione di asili nido aziendali. Inizia la collaborazione con Up Day nel 2015 con l’incarico di direttore generale e dal 2017 ricopre anche il ruolo di vicepresidente. Contribuisce a uno sviluppo costante dell’azienda, con soluzioni sempre più digitali mirate al benessere delle aziende e dei loro dipendenti.

Marco Milanesio

Consulente del lavoro per le principali aziende del Piemonte, imprenditore, tra I primi creatori di provider di welfare aziendale. Ha fondato nel 2015 Well-Work, di cui è amministratore delegato, società che opera nel settore del welfare a livello nazionale, anche con un accordo commerciale stipulato con il Gruppo UnipolSai. Si è specializzato nelle strategie organizzative del personale, finalizzate all’ottimizzazione dei costi e delle performance.

Marcella Conte

Responsabile Customer development welfare di Edenred, la multinazionale francese famosa per i ticket restaurant, attiva da anni in Italia. La società francese ha acquisito due anni fa il provider con il maggior giro d’affari in Italia, EasyWelfare. Da pochi giorni a capo di Edenred Italia è stato chiamato Fabrizio Ruggiero. Per conto di Edenred, Marcella Conte gestisce con un team dedicato grandi clienti e progetti con un approccio consulenziale.

Paolo Barbieri

Nel 2017 ha creato la startup Welfare4You di cui è amministratore delegato, società specializzata nella progettazione e nella gestione operativa di piani di welfare aziendale tramite piattaforme web di ultima generazione. Nel maggio di quest’anno la maggioranza del capitale sociale è stato acquisito da Auriga, azienda attiva nel settore di sviluppo di software per la banca omnicanale: il settore del welfare aziendale, è sempre più connesso con le strategie di business delle banche

Gianluca Moretto

Fondatore e amministratore delegato di Beneficy (società da un anno partecipata da TeamSystem), che si definisce “l’unica piattaforma di welfare aziendale in cloud fruibile al 100% in modalità software-as-a-service”. La piattaforma di welfare in cloud ha creato un modello per estendere i vantaggi del welfare aziendale anche nei confronti di chi non è un dipendente diretto attraverso l’utilizzo della normativa fiscale sulle spese di rappresentanza.

Paolo Schipani

Dopo una lunga esperienza in Eudaimon è oggi direttore generale di WelfareComeTe, un network che si propone di offrire dei “care manager” prima ancora che una piattaforma di servizi di welfare aziendale. L’obiettivo è quello di ricomporre il mosaico di informazioni e di servizi che esistono al di fuori di noi. Welfare ComeTe è un network che si riconosce nel Consorzio Fiber costituito da 17 realtà imprenditoriali che aggregano oltre 100 cooperative socie che operano a livello nazionale con standard qualitativi certificati, raggiungendo insieme un numero di lavoratori che supera le 50.000 unità. Un punto di incontro tra il Terzo settore e il mercato, tra le imprese sociali e i servizi erogati alle aziende profit e ai loro dipendenti.

Valentina Pellegrini

Vicepresidente della Pellegrini spa, azienda leader nella ristorazione collettiva, sempre più attiva nel settore del welfare aziendale, attraverso la società Welfare Pellegrini, nata come divisione buoni pasto della Pellegrini spa. Figlia del fondatore, Ernesto Pellegrini (noto anche per la sua presidenza all’Inter, per undici anni), per il quale il concetto di sostenibilità viene da molto lontano: rispettare le persone, fornire servizi come la mensa, vuol dire rispettare le persone e l’ambiente. Oggi Welfare Pellegrini propone un approccio globale e integrato a tutti i servizi e i benefit che costituiscono la galassia del welfare: a partire dai buoni pasto Pellegrini naturalmente, per passare ai buoni regalo, ai fuel voucher e ai flexible benefit.

Luciano Carlo Bevilacqua

Fondatore e presidente advisory board di MySarma, una startup innovativa specializzata nell’offrire soluzioni in grado di soddisfare il fabbisogno di welfare dei lavoratori e le esigenze organizzative e produttive dell’azienda. Nata per avere una interlocuzione speciale con le pmi, oggi MySarma è specializzata in progetti di consulenza che abbracciano tutte le fasi del processo di adozione di un piano di welfare aziendale. Sia nelle pmi, sia nelle aziende medio-grandi.

Erica Nagel

Direttore marketing di Aon Italia. Al servizio del brand Aon (uno dei maggiori broker assicurativi al mondo attivo nel mercato del welfare aziendale) da 10 anni ha alle spalle più di 20 anni di esperienza nelle aree marketing, comunicazione e formazione, con particolare riferimento all’industry insurance consulting. A Nagel risponde il team marketing & communication, e, oltre alle attuali responsabilità, le è stata confermata anche la direzione della corporate social responsibility.

Fabrizio Vedana

Fondatore e Ceo di Noi!Welfare. Dopo gli studi di economia e un percorso formativo come consulente assicurativo e finanziario, ha iniziato la sua esperienza lavorativa presso una grande compagnia di assicurazione italiana. Dal 2004 si è occupato dello start up di diverse branch per società operanti in ambito HR, coordinando un team di consulenti Hr. Nel 2018 crea, con Francesco Masieri la società Noi!Welfare, che si propone come provider per le pmi.

Paolo Susani

Da sei anni è il direttore commerciale del Gruppo Zucchetti, dove aveva già svolto numerosi ruoli aziendali. Dal 2011 ha operato in qualità di direttore vendite canale indiretto e dal giugno 2013 è stato coordinatore del comitato commerciale. L’incarico di Susani prevede la pianificazione di strategie e politiche commerciali per tutti i mercati in cui opera il Gruppo Zucchetti, nonché la definizione degli obiettivi per la forza vendita e dei piani di sviluppo a essa dedicati.

Edoardo Cesarini

Amministratore delegato e direttore generale Willis Towers Watson. È arrivato alla consulenza alla fine del 2002 dopo una lunga esperienza manageriale nella direzione Hr di Eni Corporate e delle società controllate dove ha ricoperto negli anni ruoli executive. Ha avuto modo di maturare competenze ad ampio spettro nell’ambito delle Risorse umane, in particolare nella definizione di sistemi di Hr strategy e di Hr transformation, nei sistemi di gestione sviluppo dei talenti.

Stefano Biaggi

Amministratore delegato di Sodexo Italia, dove è approdato nel 1985, dopo una breve esperienza nel settore manifatturiero. Una carriera di 36 anni in uno dei maggiori provider internazionale di servizi di welfare. È entrato a far parte del board di Ifma Italia, l’associazione del facility management, settore in profonda trasformazione dettata anche dalla presenza sempre più preponderante dell’innovazione tecnologica e dell’attenzione sempre maggiore all’esperienza delle persone.

La versione originale della 100 Welfare specialist è disponibile sul numero di Fortune Italia di ottobre 2021. Ci si può abbonare al magazine di Fortune Italia a questo link: potrete scegliere tra la versione cartacea, quella digitale oppure entrambe. Qui invece si possono acquistare i singoli numeri della rivista in versione digitale.