La settimana, storie e analisi: la crisi Ucraina e il problema dei vaccini

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
ucraina guerra vaccini

Le notizie della newsletter di questa settimana:

– La crisi ucraina e il problema dei vaccini
– Come criceti in una ruota: l’Italia in burnout
– Europa, come ridurre la dipendenza dal gas russo
– L’obiettivo preferito degli hacker: la Pa
– Alla Russia il crypto non basterà

 

L’opinione

Di Margherita Lopes

Si conferma in Italia la discesa della curva di Covid-19. Ma, mentre si avvicina la fine dello stato di emergenza, gli esperti della Fondazione Gimbe guardano con preoccupazione alla situazione internazionale. Secondo le stime sono infatti attesi in Italia circa 800-900 mila profughi ucraini, da giorni in fuga dal Paese in guerra, per ricongiungersi ai familiari che vivono nel nostro Paese (gli ucraini in Italia sono circa 250mila). Ebbene, il 63,8% della popolazione in Ucraina è non vaccinata, e la pandemia (ammoniscono gli esperti) non è affatto finita. Ecco perché il governo italiano “deve includere nei piani di accoglienza la vaccinazione anti-Covid di anziani e fragili“. Il dato ucraino “non deve essere sottovalutato, considerata la drammatica situazione che poterà nelle prossime settimane migliaia di profughi nel nostro Paese”.

Trovate qui l’opinione integrale.

ma[email protected]

 

Le altre storie della settimana

Dall’edicola
Italia in burnout

Come criceti in una ruota, ma senza più energie per correre. È il burnout, una sindrome che deve il nome all’espressione inglese ‘to burn out’, ovvero ‘bruciarsi, esaurirsi’. Uno stato di esaurimento sul piano emotivo, fisico e mentale, che in pre-pandemia associavamo ad alcune professioni particolarmente ‘sfidanti’. Ma che oggi, dopo più di due anni di Covid-19, sembra aver contagiato quasi l’intero Paese.

Energia
Iea: come ridurre la dipendenza europea dal gas russo, in 10 punti

L’Unione Europea potrebbe ridurre le sue importazioni di gas russo di oltre un terzo entro un anno, rispettando i suoi piani di sostenibilità. Secondo l’Iea, l’Agenzia internazionale dell’energia, basterebbe rispettare un piano di 10 punti, che permetterebbe di andare oltre la dipendenza dal gas naturale importato dalla Russia, tornata in primo piano con l’invasione dell’Ucraina.

Cybersecurity
Nel 2021 la più colpita da cyber attacchi resta la Pa

La pubblica amministrazione resta sempre la più colpita, ma anche il settore privato – soprattutto area energia, Tlc e trasporti – ha dovuto fare i conti in maniera consistente con cyber attacchi nel corso del 2021. E’ quanto emerge dalla Relazione annuale sulla politica dell’informazione per la sicurezza, a cura del Dipartimento delle informazioni per la sicurezza (Dis).

Crypto
Perché il crypto non basta alla Russia per aggirare l’esclusione da Swift

Bitcoin, Ether e le altre criptovalute hanno goduto di una certa ripresa ultimamente, grazie alla guerra di Vladimir Putin contro l’Ucraina. Da quando alcune banche russe sanzionate hanno perso l’accesso allo Swift, ovvero il sistema di messaggistica che connette migliaia di istituzioni finanziare di tutto il mondo per i trasferimenti di denaro, gli investitori ipotizzano che Mosca, per continuare a portare avanti i propri affari, possa rivolgersi a quelle stesse tecnologie Dlt che stanno alla base delle criptovalute.

 

Notizie Adnkronos:

– Malattie rare, il ‘monumento’ invisibile dedicato a milioni di storie

– Avedisco, il 9° forum sulla vendita diretta

 

ABOCA BANNER
a2a

Leggi anche

ABOCA BANNER
a2a

Ultim'ora

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.