GILEAD
Leadership Heade
Poste Italiane

Angelini Industries, Isabella Falautano a capo della Sostenibilità

Isabella Falautano Angelini

New entry in Angelini Industries, gruppo italiano attivo nei settori della salute, della tecnologia industriale e del largo consumo: Isabella Falautano entra col ruolo di Group Chief Sustainability Officer in Angelini Industries, colosso da 5.800 dipendenti in 21 Paesi e 2 miliardi di euro di fatturato.

Falautano sarà responsabile della strategia ESG del Gruppo e di tutte le iniziative e i progetti di sostenibilità, riporto del Ceo di Angelini Industries, Sergio Marullo di Condojanni è parte del Leadership Team. “Sono particolarmente lieto di dare il benvenuto a Isabella, una professionista di spicco nel panorama della sostenibilità, fortemente in linea, anche a livello personale, con i valori che caratterizzano il nostro Gruppo: etica, innovazione, performance, engagement. Con la sua nomina – ha commentato il Ceo – il nostro Gruppo rafforza ulteriormente il proprio impegno verso la sostenibilità dando questa funzione un ruolo di primo piano fortemente radicato nel nostro purpose e nei nostri business”.

Chi è Isabella Falautano

Nell’arco di oltre 25 anni di carriera nella sostenibilità e nelle relazioni pubbliche, Falautano ha ricoperti incarichi in Cassa Depositi e Prestiti, Illimity  e AXA. Laureata con lode in scienze politiche all’università La Sapienza di Roma, e con un Master in Sviluppo Internazionale, è co-fondatrice di Angels4Women, l’associazione che punta a favorire gli investimenti in startup al femminile a elevato potenziale di crescita e ha ideato illimitHER, il programma per valorizzare il potenziale delle giovani donne e per diffondere la cultura delle materie Stem.

E’ stata consigliere di varie Fondazioni e Associazioni di innovazione sociale, da Valore D  a Junior Achievement, ma anche in Fondazione illimity, Fondazione Partnership per Bocconi e Fondazione Ania.

La nuova Group Chief Sustainability Officer di Angelini Industries ha anticipato che “porteremo avanti un approccio olistico che indirizzi i vari impatti economici, sociali e ambientali per lo sviluppo sostenibile e resiliente del Gruppo. Partendo dalle persone e dagli ecosistemi di cui il Gruppo è parte e dal loro coinvolgimento in un percorso collettivo da fare insieme”.

Nell’ultimo anno Angelini Industries ha investito 82 milioni di euro in ricerca e sviluppo. Il Gruppo è impegnato nella riduzione dell’impiego di plastica e di emissioni di CO2. Attraverso la Fondazione Angelini, interamente finanziata dagli utili del Gruppo, nel 2022 ha contribuito alla creazione del più grande centro di cure palliative pediatriche in Italia realizzato dall’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù e ha sostenuto organizzazioni impegnate nell’emergenza umanitaria in corso in Ucraina.

Leadership Forum
Poste Italiane

Leggi anche

Ultima ora

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.