GILEAD
Cerca
Close this search box.

Le nuove frontiere del lavoro con l’AI

robot sorriso

Per l’impatto che le nuove tecnologie hanno oggi sul lavoro, e per quello che avranno ancor di più nel futuro, è necessario alimentare una più ampia discussione. Questioni che fino a poco tempo fa non immaginavamo premono con tutta la loro urgenza. Secondo l’Osservatorio Artificial Intelligence da qui a 10 anni si stima che potenzialmente i robot potranno svolgere il lavoro di 3,8 milioni di persone in Italia.

L’AI è particolarmente efficace nell’automatizzare mansioni ripetitive e di routine, pertanto alcuni settori e tipi di lavori potrebbero subire cambiamenti radicali. Ciò include lavori di produzione, lavori amministrativi e lavori di elaborazione dati che coinvolgono compiti standardizzati e prevedibili. I settori più coinvolti sono: trasporto e logistica, con alcuni ruoli di autisti e operatori logistici che potrebbero essere sostituiti da soluzioni automatizzate; servizio clienti, con i chatbot e gli assistenti virtuali che stanno progressivamente assumendo compiti del servizio clienti, rispondendo a domande comuni e supportando le interazioni di base; attività bancarie e finanziarie, che coinvolgono la valutazione dei rischi, la gestione degli investimenti e le transazioni di base che possono essere automatizzate grazie all’apprendimento automatico; produzione e lavorazione – alcuni ruoli tradizionali di lavoratori di linea possono essere sostituiti con robot e sistemi automatizzati; analisi di dati per identificare modelli e tendenze, in quanto l’AI può svolgere alcune attività di analisi in modo più veloce ed efficiente; lavori legali, come la ricerca di casi e la preparazione di documenti standard, possono essere automatizzati con l’AI, influenzando ruoli come quelli dei giureconsulti.

Ci sono anche nuove opportunità emergenti grazie a questa tecnologia. I lavori che richiedono creatività, pensiero critico, empatia e interazione umana sono generalmente meno suscettibili di essere sostituiti dall’AI e potrebbero addirittura beneficiare delle tecnologie intelligenti per migliorare le prestazioni.

Quali nuovi lavori si creeranno grazie all’intelligenza artificiale? Lo scienziato dei dati può utilizzare l’AI e le tecniche di apprendimento automatico per ottenere informazioni significative; specialista di machine learning, cioè professionisti esperti in algoritmi di machine learning e nella loro applicazione pratica; ingegnere dell’intelligenza artificiale per sviluppo, progettazione e implementazione di sistemi intelligenti, inclusi robot e algoritmi; esperto di robotica, che integra sistemi di AI nei robot per migliorare le loro capacità cognitive e la loro interazione con l’ambiente e gli esseri umani; analista di sicurezza informatica specializzato in AI; terapeuta digitale che coinvolge l’uso di AI per fornire terapie mediche, compresa la telemedicina; specialista di automazione dei processi aziendali sull’implementazione di soluzioni basate sull’AI per ottimizzare i processi aziendali e migliorare l’efficienza operativa.

Ultim'ora

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.