Cerca
Close this search box.

The Conversation

Features

People

Regional

Upstream

Aprile 2023

Fortune Italia in edicola: Umanesimo tecnologico

Tra ‘singolarità tecnologica’ e ‘umanesimo tecnologico’. L’innovazione sta cambiando il nostro vivere quotidiano a una velocità che non sempre siamo capaci di assorbire con ordine. Intelligenza artificiale e robotica giocheranno un ruolo sempre più centrale e ci sfideranno a confrontarci con una serie di dilemmi morali: la paura è l’estremizzazione dell’evoluzione dell’AI. Quella situazione in cui le macchine diventano così intelligenti da superare l’essere umano in ogni capacità cognitiva, compreso il pensiero creativo, l’empatia e la comprensione delle emozioni.

Questa eventualità è chiamata ‘singolarità tecnologica’ e, se dovesse verificarsi, potrebbe rappresentare una minaccia per l’umanità. Sì, è vero, ma è un evento ipotetico ritenuto improbabile da fior di scienziati come quelli intervistati dai giornalisti di Fortune Italia. Giorgio Metta, direttore dell’Istituto Italiano di Tecnologia di Genova e Giorgio Ventre, direttore scientifico della Apple Developer Academy di Napoli, ci spiegano che gli esseri umani hanno il controllo finale sulle macchine e sull’intelligenza artificiale.

Nel numero di aprile di Fortune Italia abbiamo provato a capire prospettive e direzione di sviluppo di questo nuovo modello di organizzazione della società. La nostra non è un’attenzione spot. Ce ne siamo già occupati in passato, ce ne occuperemo ancora. Continueremo ad analizzare e raccontare il ruolo dell’uomo nella società robotizzata, nella progettazione, nella manutenzione e nella supervisione dei sistemi di intelligenza artificiale.

Una tecnologia invasiva che ha preso il centro della scena e sta modificando le nostre abitudini quotidiane perché è anche diventata insostituibile per la vita umana. Ecco perché, per evitare la cosiddetta ‘singolarità tecnologica’, occorre pensare in termini di ‘umanesimo tecnologico’, un concetto al quale abbiamo dedicato la nostra copertina.

Tra i temi principali di questo numero, anche la sanità, con un approfondimento sui Campioni della sanità privata in Italia e un’intervista a Maria Laura Garofalo, Ad del Gruppo Ghc.

Un’altra importante sezione del numero è dedicata a un settore che ormai vale oltre 300 mln di euro: quello dei content creator. Abbiamo selezionato i migliori in Italia, tra profili già affermati ed altri emergenti.