Advertisement Advertisement Advertisement Advertisement Advertisement

7 Gennaio 2021

Trump e il confine invalicabile

Fabio Insenga

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Le immagini della scorsa notte resteranno impresse nella memoria di tutti. L’assalto alla democrazia di Trump costituirà un precedente, un caso di scuola. Dalla reazione politica, culturale e sociale a quanto è accaduto a Capitol Hill dipenderà il posto che troverà nella storia.

 

Può diventare il momento più basso di una parabola che ha visto progressivamente mortificati i capisaldi della convivenza democratica o l’inizio di una deriva ancora più pericolosa.

 

In gioco c’è il concetto del limite. Un passo dopo l’assalto al Campidoglio, c’è la fine della democrazia. La legittimazione della violenza e della sovversiva presunzione di poter cancellare le regole è stata sistematicamente perseguita da Trump e dal trumpismo. Ma è stata anche minimizzata, tollerata e involontariamente alimentata da un’opinione pubblica assuefatta alla propaganda del relativismo e del negazionismo. La differenza netta tra possibile e impossibile, tra legale e illegale, tra la politica e l’eversione è saltata da tempo. E non solo negli Stati Uniti. Le conseguenze sono nella notte di Washington, insieme rappresentazione dell’assurdo e improvvisa manifestazione di una realtà che finora era stata solo teorizzata come uno scenario estremo.

 

Saranno le indagini già iniziate in queste ore a tentare di spiegare cosa sia successo veramente, con la connivenza di parte della macchina dello Stato a rendere possibile la folkloristica irruzione di uomini mascherati e armati nel cuore della democrazia americana. Ma il segno complessivo, e più profondo, di quello che è accaduto deve essere evidente a tutti: il confine tra la dialettica politica e la guerra per bande va ristabilito e difeso.

 

Servono le Istituzioni, serve una politica consapevole del proprio ruolo, e una società capace di dividersi e di tenere sempre contendibile il consenso ma capace anche di isolare e rifiutare le tentazioni eversive. Va ripristinato e rinforzato il muro del confine, fatto di leggi, regole e di tutti gli strumenti che servono a far funzionare la democrazia.

A portata di click

Acquista Fortune in formato digitale per leggere i nostri contenuti su qualsiasi dispositivo.

In ufficio o a casa tua

Abbonati per ricevere dove preferisci ogni nuova uscita della versione cartacea di Fortune.

Rimani aggiornato

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la migliore selezione degli articoli di Fortune.