Cerca
Close this search box.

Nuovo record nel recupero dell’evasione fiscale: 31 miliardi di euro nel 2023

Il recupero dell’evasione fiscale in Italia ha raggiunto un nuovo record nel 2023, con un totale di 24,7 miliardi di euro, grazie all’efficace lavoro svolto dall’Agenzia delle Entrate e dall’Agenzia delle Entrate-Riscossione. Questa cifra segna un aumento significativo rispetto al 2022, con un incremento del 22%, pari a 4,5 miliardi di euro in più.

L’analisi dettagliata rivela che 19,6 miliardi derivano dalle ordinarie attività di controllo svolte dal fisco, mentre i restanti 5,1 miliardi provengono da misure straordinarie, tra cui la rottamazione delle cartelle, la definizione delle liti pendenti e la pace fiscale. Il direttore di Agenzia delle Entrate, Ernesto Maria Ruffini (nella foto in evidenza), sottolinea che questo risultato eccezionale è stato possibile grazie all’impegno del personale dell’Agenzia delle Entrate.

Ruffini evidenzia che, considerando anche i 6,7 miliardi recuperati per altri enti, il totale raggiunge i 31 miliardi di euro. Questa somma rappresenta quasi l’importo di una legge di bilancio, sottolineando l’importanza cruciale del ruolo svolto dall’Agenzia delle Entrate nell’economia italiana.

Il ministro dell’Economia, Giancarlo Giorgetti, sottolinea il ruolo scomodo ma vitale dell’Agenzia delle Entrate nel contesto economico del paese. “Quando incontro le agenzie di rating e iniziano a chiedermi conto del debito pubblico italiano, faccio notare che metà sarebbe coperto qualora questo magazzino non esistesse,” afferma Giorgetti. Egli indica la necessità di affrontare il tema del magazzino, rappresentato dall’accertato non riscosso.

Il vice ministro Maurizio Leo rassicura che non ci sarà alcuna persecuzione dei contribuenti non conformi, ma piuttosto un approccio mirato a comprendere le ragioni dietro il mancato adeguamento al fisco. L’obiettivo è quello di condurre una ricerca puntuale senza creare caccia alle streghe.

L’Agenzia delle Entrate ha anche adottato strategie innovative, come analisi di rischio e controlli preventivi antifrode, per garantire “minori uscite” a carico del bilancio dello Stato, risparmiando 7,6 miliardi di euro tra crediti fittizi, indebite compensazioni e rimborsi IVA non spettanti.

Il recupero record dell’evasione fiscale nel 2023 è un segnale positivo per la stabilità finanziaria dell’Italia, dimostrando l’efficacia delle strategie adottate dall’Agenzia delle Entrate. L’utilizzo sempre più diffuso di tecnologie come l’intelligenza artificiale offre opportunità per migliorare ulteriormente l’efficienza e l’accuratezza nella lotta all’evasione fiscale, nel rispetto della privacy dei cittadini.

Altre 1.500 assunzioni nei prossimi 3 anni all’Agenzia delle Entrate

Il direttore dell’Agenzia delle Entrate Ruffini ha anche annunciato un ambizioso piano di assunzioni di 1500 nuovi dipendenti che coinvolgerà l’Agenzia nei prossimi tre anni.  La volontà è quella di raggiungere nuovamente la quota di 52mila dipendenti sia alle Entrate che a Riscossione. Questo obiettivo rappresenta una pietra miliare per assicurare la piena operatività dell’agenzia e garantire un servizio di qualità ai contribuenti.

Nel corso del 2023, l’Agenzia delle Entrate ha già accolto 3mila giovani laureati, dimostrando un impegno costante nell’investire nelle nuove generazioni e nello sviluppo di competenze fresche. Il direttore ha evidenziato che nel corso del 2024 sono previsti ulteriori ingressi, a conferma dell’impegno continuo dell’agenzia nel rafforzare il proprio organico con nuove risorse qualificate.

Il direttore Ruffini ha sottolineato l’importanza di avere un organico adeguato per affrontare le sfide del futuro e migliorare l’efficienza nei servizi offerti. Le nuove assunzioni contribuiranno a potenziare la capacità dell’Agenzia delle Entrate-Riscossione di svolgere il suo ruolo chiave nella gestione delle entrate fiscali, garantendo al contempo una maggiore efficienza e una risposta tempestiva alle esigenze dei contribuenti.

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.