29 Settembre 2019

La 1000 Miglia diventa green, arriva l’elettrico

Raffaele Marino

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Anche la 1000 Miglia si evolve nel formato Green: il simbolo di una storia dell’auto si rinnova e si trasforma trovando una nuova identità. L’edizione 2019 è la prima gara di regolarità per vetture elettriche o ibride in stile 1000 Miglia, che è partita il 27 settembre da Brescia e finirà il 29 presso il Centro di Guida Sicura Aci-Sara di Lainate, sede della cerimonia di premiazione.

L’evento Green Talk
In occasione della 1000 Miglia Green si è tenuto l’evento Green Talk, un’occasione in più per confrontarsi sui due panel previsti, il primo sullo stato di salute dell’industria automotive 4.0, il secondo sullo stato dell’arte delle infrastrutture. Mentre quest’ultime si muovono lentamente anche se vivono un momento di grande interesse da parte di investitori e addetti del settore, l’industria di auto elettriche cresce rapidamente. Oggi, nel mondo, si contano  5,8 milioni di veicoli elettrici per passeggeri o merci (erano 1,5 nel 2016), ne troviamo 2 milioni in Cina (+150% nel 2018 rispetto al 2017), 1 milione negli Stati Uniti (+100% nell’ultimo anno). In Europa la Norvegia è la prima della classe, con 250mila auto elettriche circolanti a fronte di soli 5 milioni di abitanti. Il mercato cresce anche nel settore della mobilità pubblica con le flotte di bus che raggiungono circa il 20% a livello globale, dove le città cinesi sono leader di questo trend con il 99% dello stock mondiale.

 

Nissan e il Vehicle to Grid

Il debutto della 1000 Miglia Green coincide con quello della nuova Nissan LEAF e+, l’auto 100% elettrica più venduta al mondo, che nelle  nuove versione monta una batteria da 62kWh capace di assicurare un’autonomia di 385Km per ciclo di ricarica. A Brescia, ospite dell’evento Green Talk, abbiamo intervistato l’ing. Bruno Mattucci, Presidente e AD di Nissan Italia, che ci ha parlato di quanto la nuova Leaf sia una soluzione efficiente e disponibile per rispondere alle sfide ambientali e di contenimento della spesa economica. Come la prima Leaf è dotata della tecnologia V2G (Vehicle to Grid), permettendo alla macchina di dialogare con la rete in cui è inserita, potendo non solo ricevere energia ma fornendola quando necessario. Con la V2G le auto diventano sistemi di accumulo capaci di dare continuità all’energia prodotta da risorse rinnovabili conservandola ed immettendola nella rete anche in un momento diverso rispetto a quello del picco di produzione. Nissan è stata la prima ad introdurla sui suoi veicoli elettrici, sono stati tra i primi a capirne tutte le potenzialità e a integrarne le funzionalità nelle autovetture.

 

Con Luisa Di Vita, direttrice Comunicazione Nissan Italia, abbiamo parlato della presenza di Nissan alla 1000 Miglia e la comunicazione della casa da sempre rivolta al rispetto dell’ambiente e della qualità dell’aria. Come spiega De Vita, questi sono obiettivi da perseguire promuovendo la collaborazione tra aziende ed istituzioni e facendo percepire ai cittadini i vantaggi che derivano dalla mobilità elettrica a zero emissioni.

A portata di click

Acquista Fortune in formato digitale per leggere i nostri contenuti su qualsiasi dispositivo.

In ufficio o a casa tua

Abbonati per ricevere dove preferisci ogni nuova uscita della versione cartacea di Fortune.

Rimani aggiornato

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la migliore selezione degli articoli di Fortune.