20 Gennaio 2020

Il mercato immobiliare è in ripresa

Giorgio Nadali

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Il mercato immobiliare vede la ripresa. Servirebbe più crescita economica e una prospettiva politica stabile per incentivare l’acquisto di case. Parla Dario Castiglia, Presidente e Fondatore di RE / MAX Italia. 

Come valuta l’attuale situazione immobiliare italiana all’inizio di questo nuovo anno 2020?

Dopo alcuni lunghi anni di crisi, il mercato immobiliare in Italia sta iniziando a vedere nuovamente la luce della ripresa non solo per numero di compravendite ma a livello di quotazioni economiche. La ripresa dei prezzi è lieve ma questo rappresenta un segnale molto positivo. I recenti sviluppi geopolitici internazionali e le ultime notizie che ci giungono dall’estero rafforzeranno ulteriormente la domanda verso quelli che sono i cosiddetti beni rifugio, tra cui indiscutibilmente vi è il mattone per noi italiani. L’aumento del costo del petrolio e le continue tensioni in medio oriente potrebbero portare gli investitori ad abbandonare gli investimenti in Borsa per propendere verso oro ed immobili, più sicuri e concreti.

Ci indichi tre aspetti positivi e tre aspetti in attesa di miglioramento nel mercato immobiliare residenziale

A mio avviso gli attuali tre aspetti positivi in ambito residenziale sono il basso tasso di interesse sui mutui che permette così l’acquisto di un immobile di essere concorrenziale con l’affitto; il rinnovo delle agevolazioni fiscali sull’acquisto della prima casa e la conferma dei Bonus Casa, più in generale; i prezzi degli immobili calmierati che definirei ancora a livello di ‘saldo’. Negli ultimi dieci anni i prezzi in ambito residenziale hanno perso mediamente il 30% e oggi, nonostante si stia iniziando a registrare una ripresa più generalizzata, siamo fermi a questi valori e questo soprattutto per i giovani che vogliono comprare casa è un aspetto molto positivo. I tre aspetti in attesa di miglioramento sono la crescita economica italiana; sarebbe necessaria una maggior apertura al credito da parte delle Banche e necessitiamo di una più stabile situazione politica interna.

Come ha fondato RE/MAX Italia e in cosa fate la differenza?

Pochi lo sanno ma sono nato a Genova e quando ero poco più che adolescente la mia famiglia ha lasciato la Liguria per trasferirsi in Canada. Lì ho continuato i miei studi e ho iniziato a fare le prime esperienze nel mondo immobiliare. Proprio in Canada ebbi la possibilità di conoscere RE/MAX e apprezzarne le peculiarità. Nel 1995 feci ritorno in Italia, ero sposato, avevo due figli molto piccoli e non temevo le sfide. Decisi che avrei portato il marchio RE/MAX in Italia. Ero fermamente convinto che nella proposta imprenditoriale immobiliare in Italia ci fosse ancora un vuoto da colmare ed era proprio RE/MAX la giusta chiave di volta. Nel 1996 fondai RE/MAX Italia. Non siamo unici come network immobiliare ma siamo unici per quello che facciamo e per quello che offriamo ai nostri affiliati. Abbiamo fatto tanta strada in questi anni, ma non per questo la consideriamo conclusa. Il modello RE/MAX, strutturato come uno studio associato, permette di creare economie di scala e assicura agli agenti strumenti tecnologici e di marketing all’avanguardia oltre ad un portafoglio di immobili già disponibili, anche a livello internazionale, che aiutano i nuovi affiliati fin dalla fase di start up a creare un’attività di successo senza confini. RE/MAX è costruita su solide fondamenta tra cui fiducia, qualità e collaborazione. Includiamo questi principi in ogni cosa che facciamo perché crediamo che insieme, possiamo fare la differenza.

RE/MAX è stata fondata a Denver nel 1973 da Dave e Gail Liniger. Quali sono le differenze tra il mercato immobiliare americano e quello italiano?

Ritengo che la principale differenza tra il mercato immobiliare americano e quello italiano sia che in America la collaborazione tra agenti immobiliari sia più intensa ed assodata. Nel nostro Paese sono ancora molti i professionisti del settore che non hanno capito il vantaggio che porta loro collaborare con un collega. In RE/MAX la collaborazione è uno dei capi saldi del nostro sistema, i nostri affiliati sono incentivati ad applicarla nel loro lavoro quotidiano perché funziona. A differenza di quello italiano, il mercato immobiliare a Stelle e Strisce è caratterizzato da una maggiore trasparenza ed una ricchezza di informazioni relative all’andamento delle transazioni e ai loro valori, che tutti i professionisti del settore possono facilmente reperire ed utilizzare per migliorare le proprie performance. Rispetto a noi vi è un abisso.

Quali sono i prossimi passi di RE/MAX Italia?

In questi primi nostri 24 anni abbiamo affrontato numerose sfide, ponendoci a volte anche degli obiettivi ambiziosi, che ci hanno portato oggi ad occupare una posizione di rilievo nel mercato immobiliare italiano.

Oggi in Italia sono più di 450 le agenzie RE/MAX operative e oltre 4.100 i consulenti immobiliari affiliati, vogliamo continuare ad attrarre i migliori agenti e broker, conquistando sempre maggiori quote di mercato, supportando i nostri affiliati perché possano fornire un servizio di alta qualità e una customer experience di alto livello ai loro clienti. Alti standard qualitativi e la soddisfazione del cliente ci contraddistinguono dagli altri player del settore e nel corso degli anni hanno reso il marchio RE/MAX il più importante e riconosciuto al mondo.

Perchè affidarsi ad un network immobiliare?

Affidandosi ad un Consulente RE/MAX il cliente ha un unico referente che coordina e gestisce la promozione del suo immobile, collaborando sia con consulenti RE/MAX, che con altre agenzie che non fanno parte del network. Grazie a tale sistema il Consulente RE/MAX è in grado di far aumentare in modo esponenziale il numero di potenziali clienti, riducendo i tempi di vendita. Allo stesso modo quando un cliente cerca un immobile, affidandosi ad un consulente RE/MAX riesce ad avere accesso a molteplici opportunità immobiliari riducendo i tempi di ricerca e acquisto. Lavorare come consulente immobiliare in RE/MAX vuol dire diventare imprenditore di sé stesso, godere cioè della grande libertà di organizzare la propria vita personale e professionale e fare carriera senza limiti prefissati di guadagno. Se oltre 126.000 professionisti al mondo hanno scelto il nostro brand, un motivo c’è ed è molto semplice: con RE/MAX ottieni vantaggi più elevati di quelli offerti da qualunque altro network immobiliare.

A portata di click

Acquista Fortune in formato digitale per leggere i nostri contenuti su qualsiasi dispositivo.

In ufficio o a casa tua

Abbonati per ricevere dove preferisci ogni nuova uscita della versione cartacea di Fortune.

Rimani aggiornato

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la migliore selezione degli articoli di Fortune.