10 Febbraio 2020

Risultati Prologis confermano boom immobiliare logistico

Morena Pivetti

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Che magazzini merci, centri di distribuzione, interporti e cargo village stiano trainando gli investimenti immobiliari in Italia è uno dei primati di cui la logistica nazionale va fiera, come ha ribadito di recente anche l’analisi dell’Ipsos di Nando Pagnoncelli per Confetra. Ora, ad ulteriore conferma di un trend consolidato e duraturo, arrivano i risultati per il 2019 di Prologis, società leader del real estate industriale mondiale, fondata nel 1983 negli Stati Uniti, che ha al suo attivo la gestione di 90 milioni di metri quadrati e quasi 4mila edifici in 19 Paesi di 4 continenti.

Quattro le tendenze del mercato Italia messe in evidenza nel report di presentazione dei dati: per il terzo anno consecutivo il 2019 si è concluso con un tasso di occupazione degli immobili estremamente elevato; le condizioni per il settore rimangono favorevoli e inducono a nuovi sviluppi speculativi; la richiesta per edifici built-to-suit rimane sostenuta mentre retail, alimentare ed e.commerce continuano a trainare la domanda.

Per quel che riguarda la performance operativa di Prologis Italia, il milione di metri quadrati di strutture di distribuzione dislocate nei 45 edifici di cui ha la proprietà e che gestisce, ha registrato un tasso di occupazione pari al 97,8%. Le aree strategiche in cui sono dislocate le strutture sono tre: Milano, che comprende Paullo, Lodi, Novara, Piacenza, Castel San Giovanni, Cornaredo e Siziano; Bologna con Interporto e Castel San Pietro e Roma, con Tiburtina ed Anagni.

Importanti gli investimenti effettuati nel 2019: la società ha avviato la costruzione di nuovi edifici built-to-suit di Classe A per la logistica per un totale di 134mila metri quadrati. Eccoli nel dettaglio: 30mila metri per Autotrasporti Vercesi a Pozzuolo Martesana; 22mila metri per Number 1 a Paullo; 27mila metri e Brembate (Bergamo) per Pe.Tra; 45mila metri a Piacenza e 30mila metri quadrati all’Interporto di Bologna. Sempre nel 2019, sono stati consegnati un totale di 83mila metri quadrati di nuove unità immobiliari alle seguenti società: Sda, Gruppo Poste Italiane (5mila metri a Stezzano, Bergamo), Geodis (36mila metri a Vescovana, Padova), a CLBT e Alisped (20.500 metri all’Interporto di Bologna) e 22mila metri a Siziano, Pavia.

Infine Prologis ricorda le acquisizioni effettuate nel 2019: a Piacenza 360mila metri quadrati, a Cassina de Pecchi (Milano) 80mila metri, a Vignate (Milano) 11mila metri e sulla Tiburtina a Roma 9mila metri.

A portata di click

Acquista Fortune in formato digitale per leggere i nostri contenuti su qualsiasi dispositivo.

In ufficio o a casa tua

Abbonati per ricevere dove preferisci ogni nuova uscita della versione cartacea di Fortune.

Rimani aggiornato

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la migliore selezione degli articoli di Fortune.