Advertisement
Cdp Banner Interno

13 Novembre 2020

Come rendere l’e-commerce più efficiente, secondo Oracle

Fortune

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

La spinta verso il digitale di cui si parla quando si analizzano le conseguenze di pandemia e lockdown sulle modalità di consumo ha, per le aziende, risvolti concreti sul modo di gestire il business. In particolare sul modo di gestire le relazioni con i clienti, e la loro esperienza di acquisto attraverso l’e-commerce. Per questo si stanno sviluppando soluzioni nuove, da mettere a disposizione delle aziende, basate sempre più spesso sull’automazione garantita da AI, machine learning e cloud. In un evento creato appositamente, il gigante tech Oracle ha presentato le sue, di soluzioni: una serie di innovazioni parte della suite Oracle Fusion Cloud Customer Experience.

 

Spiegando l’iniziativa alle aziende che hanno partecipato all’evento online Oracle Cloud CX Virtual Summit, il fondatore, Chairman, e CTO di Oracle, Larry Ellison, ha parlato di “Generation 2 sales”: per innovare le relazioni di vendita nel loro complesso serve un’integrazione completa tra i processi aziendali interni (produzione, risorse umane, controllo di gestione) ed esterni (advertising, marketing, vendita e post-vendita).

Nello scenario attuale i responsabili delle vendite e dell’e-commerce dei più diversi settori si chiedono non solo come integrare meglio i processi di vendita, CRM e acquisto online, ma anche quali nuovi approcci possano offrire loro un vantaggio competitivo di lungo termine. Il sistema CRM (ovvero il Customer Relationship Management) in particolare, per molti venditori di aziende B2B, è spesso il punto dolente, come alcune ricerche hanno evidenziato.

 

Le aziende hanno infatti bisogno di creare relazioni che siano più connesse e omnicanale: questo richiede di integrare le applicazioni di front office e back office su un’unica piattaforma che possa offrire una visione unificata, sia del cliente che del business. In questo modo i team di vendita ottengono un valido aiuto per portare avanti le opportunità più promettenti e chiudere più velocemente nuovi contratti; inoltre, aiuta a creare per gli acquirenti un’esperienza migliore e più coerente anche nei processi online.

 

Per rispondere a queste esigenze Oracle ha introdotto molte innovazioni in ambito vendite ed e-commerce nella suite Oracle Fusion Cloud Customer Experience (CX) con l’obiettivo di migliorare l’esperienza virtuale di vendita e acquisto. Si va dalla valutazione predittiva dei potenziali clienti attraverso l’A.I. (che genera un indice di probabilità che mostra al venditore quanto è il potenziale di successo con un cliente) a una nuova esperienza d’uso che aiuta i venditori a essere più efficienti e accelerare il ciclo di vendita. Da processi di vendita e collaborazione (attraverso Microsoft Teams) più fluidi a una previsione vendite evoluta che aiuta i venditori a prendere decisioni migliori, dando loro la possibilità di visualizzare l’evoluzione di trend e modelli previsionali sul fatturato.

 

Per quanto riguarda l’esperienza di acquisto virtuale, sono state introdotte nuove funzionalità di customer intelligence che aiutano le aziende a sfruttare la conoscenza del comportamento di acquisto online e i dati in tutto il customer journey e ch migliorano l’esperienza d’acquisto con raccomandazioni e ricerche ottimizzate e integrate. Nuove funzionalità semplificate di gestione della configurazione, per rendere disponibili all’acquisto online anche i beni e servizi più complessi, con una gestione delle sottoscrizioni che inoltre permette di lanciare modelli di business a sottoscrizione più rapidamente.

A portata di click

Acquista Fortune in formato digitale per leggere i nostri contenuti su qualsiasi dispositivo.

In ufficio o a casa tua

Abbonati per ricevere dove preferisci ogni nuova uscita della versione cartacea di Fortune.

Rimani aggiornato

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la migliore selezione degli articoli di Fortune.