Advertisement Advertisement Advertisement Advertisement Advertisement
anima new

È morto Diego Armando Maradona

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Se ne va il Dio del calcio, come titola L’Equipe. Il dio dei sogni, del pallone, di un dribbling riuscito per le stradine di Napoli e di Buenos Aires. Diego Armando Maradona è morto. Stavolta non ce l’ha fatta, l’ultima sfida, l’ultimo assolo con il suo piede sinistro non è riuscito. Si ferma a 60 anni, compiuti da meno di un mese, dopo un’operazione al cervello, cercando di riemergere, di rinascere di nuovo, come sempre avvenuto in passato dall’ennesima caduta. Un attacco cardiorespiratorio nella clinica della capitale argentina in cui si trovava per riprendersi, per curare l’ennesima dipendenza, da alcol, di una vita straordinaria e controversa, che ne vale dieci, cento, dei comuni mortali.

 

Come lui, forse solo Muhammad Alì, lo sportivo della gente, amato perdutamente dalla gente, quello sguardo fiero, determinato, quegli occhi incendiari, come quelli mostrati nella partita contro gli inglesi a Messico 1986, Diego Maradona contro Sua Maestà per vincere il secondo round delle Malvinas che i britannici avevano portato a casa un paio di anni prima. Si ferma la giostra dell’eroe del popolo, che è appartenuto al popolo, che ha difeso a modo suo il popolo. L’Argentina si è fermata, Napoli si è fermata, il mondo dello sport stenta a riprendersi.

 

E’ la notizia che forse tutti si aspettavano da oltre 20 anni, dalla cocaina, dai ripetuti attacchi di cuore, dalla bulimia, le operazioni, le cadute. Si è sempre rialzato, a testa alta sempre, mostrando al mondo la decadenza del suo corpo, le sue articolazioni martoriate, gonfio di cortisone. Sempre a testa alta, con lo sguardo fiero, contro le lobby del potere, dei soldi, dei grossi sponsor che non lo avevano a genio, come i vertici della Fifa, regolarmente combattuti. Maradona è morto, come Jimi Hendrix, come Einstein. Gli assoli di chitarra e la teoria della relatività sono scritte sui muri, nei libri. Come lo saranno i dribbling del dio del calcio.

SAS ARTICOLO
SAS
anima news 2
Finanza Agevolata
Innova Finance
dhl

Leggi anche

SAS
anima news 2
dhl

I più letti