WBF

Treni a idrogeno, Sapio sale a bordo con Fnm

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Enel 2022

Dal diesel all’idrogeno, per creare la prima Hydrogen Valley italiana. Così anche il gruppo Sapio, forte di quasi 100 anni di esperienza nell’industria dell’idrogeno, è salito a bordo del progetto H2iseO firmando il Protocollo d’Intesa con Ferrovie Nord Milano.

Un comune impegno per studiare e trovare soluzioni alternative al derivato del petrolio per quei treni che ogni giorno macinano chilometri sulle rotaie nel Sebino e in Val Camonica. Una tratta ancora diesel, per la conformazione del territorio che renderebbe complicata l’eventuale elettrificazione. La buona notizia in ottica green è che dal 2023 sulla linea non elettrificata Brescia-Iseo-Edolo debutteranno i primi treni italiani a H2 che l’operatore ferroviario ha commissionato al costruttore francese Alstom.

Ma nel progetto, promosso in collaborazione con Trenord, mancava ancora una pedina. In questo senso, il documento, sottoscritto dai presidenti delle due società, Andrea Gibelli per Fnm e Alberto Dossi per Sapio, prevede la creazione di un gruppo di lavoro congiunto. Tra i compiti, quello di pensare diverse ipotesi operative per garantire all’azienda di trasporti lombarda la fornitura di idrogeno verde, quello generato a partire da fonti rinnovabili.

“Abbiamo già costruito sul territorio nazionale alcune stazioni di rifornimento per veicoli a idrogeno e siamo pronti a mettere la nostra conoscenza al servizio di questa iniziativa con Fnm”, ha dichiarato Dossi.

Ma, tra gli obiettivi di H2iseO non ci sono solo l’acquisto di nuovi treni e la realizzazione di impianti per la produzione di idrogeno. Entro il 2025 FNM vuole estendere l’uso dell’idrogeno, anche al trasporto su gomma. Per questo, in Val Camonica FNMAutoservizi, società gestita al 100% da Fnm, coordinerà 40 autobus green.

“L’intesa con Sapio è una tappa importante nel percorso di sviluppo di una filiera economica, industriale e territoriale dell’idrogeno, che abbiamo avviato alcuni mesi fa lanciando il progetto H2iseO” ha dichiarato Gibelli, che poi ha aggiunto come stia proseguendo l’impegno della società di trasporti lombarda “verso una mobilità a zero impatto” ambientale. “Un impegno che vogliamo concretizzare, come indicato nella mission del Gruppo, promuovendo servizi di mobilità, che siano realizzati secondo criteri di sostenibilità ambientale, economica e sociale”, ha sottolineato Gibelli.

“La collaborazione siglata con Fnm – ha concluso Dossi – sottolinea l’impegno di Sapio nel mettere a disposizione le competenze maturate negli anni sull’uso dell’idrogeno come vettore energetico sostenibile”.

WBF

Leggi anche

WBF
A2A

Ultim'ora

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.