CDP3Advertisement
CDP4Advertisement
WBF

Msc, il colosso del mare alla sfida dei cieli

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
msc ita
Aboca banner articolo

Il gruppo Msc, fondato nel 1970, vanta una flotta di 650 navi. E ora, insieme a Lufthansa, viaggia verso la conquista di Ita Airways. La versione completa di questo articolo è disponibile sul numero di Fortune Italia di maggio 2022.

Per anni il fondatore, Gianluigi Aponte, e la famiglia, la moglie Rafaela e i figli Diego e Alexa, hanno preferito il ‘low profile’, scelta condivisa da tanti armatori a capo di società private non quotate in Borsa. Ma da quando Msc, Mediterranean shipping company, ha annunciato il suo interesse per l’acquisto della maggioranza di Ita Airways, la compagnia aerea nazionale risorta dalle ceneri di Alitalia, insieme al colosso tedesco Lufthansa, pivot della più potente alleanza mondiale dei cieli, il gruppo non è più uscito dalla luce dei riflettori dei media nazionali e mondiali.

A ragione, perché il colosso mondiale dello shipping con sede a Ginevra ma “con un’anima italiana”- come ama definirsi vista l’origine – una mossa dopo l’altra ha inanellato o prova a inanellare una serie di operazioni di prima grandezza, tutte con un denominatore comune: la crescita, sia nel cargo che nei passeggeri, e l’integrazione verticale del business del trasporto e della logistica delle merci, dalla rotta marittima al terminal di sbarco, al trasbordo su treno, cargo o camion fino alla piattaforma logistica e quindi alla consegna al cliente finale. Quel che gli inglesi con tre parole chiamano door-to-door. A tutto questo, se l’offerta per Ita Airways si rivelerà vincente, si aggiungerà per la prima volta la modalità aerea, l’unica ancora mancante per chiudere il cerchio della multi-modalità, aria, mare, ferrovia e strada.

“Un’operazione di sistema a servizio dell’Italia per dialogare con il mondo”, così dal gruppo definiscono l’attivismo delle ultime settimane. Reso possibile anche in virtù delle maggiori disponibilità finanziarie dell’ultimo biennio, determinate dall’andamento dei noli marittimi lievitati a livelli senza precedenti e che hanno garantito alle tre grandi alleanze dello shipping mondiale utili straordinari: per Msc si parla di una ventina di miliardi nel 2021 su un fatturato di una sessantina. Operazione che ne conferma la primazia nel panorama nazionale: se si sommano le diverse attività, Msc è di gran lunga il principale operatore logistico in Italia, quel ‘campione nazionale’ che si invoca da più parti. Del resto, è primo nel mondo nel segmento container, avendo da poco sorpassato per composizione della flotta la danese Maersk, terzo nelle crociere e tra i primi nelle autostrade del mare. Mentre agli appassionati di Formula 1 non è certo sfuggito che proprio Msc Crociere è il principale sponsor della stagione 2022.

La versione completa di questo articolo è disponibile sul numero di Fortune Italia di maggio 2022. Ci si può abbonare al magazine di Fortune Italia a questo link: potrete scegliere tra la versione cartacea, quella digitale oppure entrambe. Qui invece si possono acquistare i singoli numeri della rivista in versione digitale.

CDP1Advertisement
CDP2Advertisement
WBF

Leggi anche

CDP1Advertisement
CDP2Advertisement
WBF
A2A

Ultim'ora

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.