WBF

Revenge Travel, ma quanto costano le vacanze degli italiani?

Aboca banner articolo

La chiamano “revenge travel”, viaggio di rivalsa, ed è la nuova tendenza che, a sorpresa, sta interessando il turismo a livello globale, dopo le lunghe restrizioni imposte dalla Pandemia. Il report annuale di Confturismo Confcommercio stima infatti in 28 milioni il numero degli italiani che sono andati in vacanza, o lo faranno nel corso dell’estate 2022. L’indice di propensione al viaggio si attesta ai livelli del 2019, 67 punti su 100, per un totale di 62,8 milioni di partenze. Le mete nazionali sono le preferite per l’85% degli italiani, 6 su 10 saranno fuori regione. Il 15% dei vacanzieri ha programmato un viaggio all’estero, per lo più in Europa. La spesa procapite stimata è di circa 300 euro per un week end, 540 euro per una vacanza tra 3 e 6 giorni e 1.250 per la vacanza principale, quella di 7 giorni o più, per un totale di 47 miliardi di euro, considerando viaggio, soggiorno, ristorazione, intrattenimento ed eventuale shopping.

Si, Viaggiare…
La crisi però non è finita, e sempre più spesso le famiglie italiane ricorrono ad un prestito per potersi permettere la vacanza. A maggio 2022 le ricerche online relative ai “prestiti veloci” sono aumentate di quasi l’85% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, come rivela Semrush, piattaforma di Saas per la gestione della visibilità online.
Quello dell’indebitamento delle famiglie finalizzato a finanziare una vacanza è un fenomeno già noto, come sottolinea l’associazione Legge3.it, che si occupa di sovraindebitamento. Una condizione che oggi, con una nuova crisi economica in corso, rischia di assumere dei toni ancora più foschi.
Guardando alle ricerche fatte sui motori di ricerca in Italia, notiamo che la parola chiave ‘prestito’ da giugno 2020 inizia ad essere associata alla parola ‘vacanza’. – Commenta Chiara Clemente, Marketing Manager Italia di Semrush – Un chiaro segnale di come sempre più persone valutino la possibilità di chiedere un prestito per andare in vacanza”. Ricorrere a prestiti per attività che non hanno come obiettivo quello di generare capitale, in un momento in cui si è in difficoltà, in uno scenario economico già caratterizzato da una generale sofferenza ed una grande incertezza, potrebbe portare conseguenze gravose.

I numeri del prestito al consumo
160 milioni di euro:
è questo, secondo le stime di Facile.it e Prestiti.it, il valore dei prestiti personali erogati agli italiani nel primo semestre 2022 per far fronte a spese legate alle vacanze. La voglia di tornare a spostarsi era già stata rilevata dall’indagine di EMG Different, secondo cui il 27,5% di chi partirà farà un viaggio programmato prima del Covid ma rimandato a causa della pandemia, e questa tendenza trova conferma anche nell’aumento delle richieste di finanziamento tanto è vero che nei primi 6 mesi dell’anno il peso percentuale dei prestiti per le vacanze è aumentato del 96% rispetto allo stesso periodo del 2021.

Rischio Sovraindebitamento
Appare evidente come in Italia scarseggi la cultura finanziaria, e questo può indurre scelte azzardate – spiega Gianmario Bertollo, fondatore di Legge3.it – Negli ultimi due anni, nei mesi di settembre e ottobre, abbiamo registrato un aumento tra il 30 ed il 40% di richieste di aiuto da parte di persone che avevano chiesto prestiti per andare in vacanza, per poi rendersi conto che quelle piccole rate, sommate a mutuo o affitto, bollette, spesa e altri prestiti, erano tutt’altro che sostenibili. Per il 2022 stimiamo dati molto simili, se non anche più alti”. Quest’anno, inoltre, si è verificata una cosa ancora più preoccupante “persone consapevoli di avere già una situazione economica precaria, hanno comunque chiesto se sia davvero così semplice uscire dal sovraindebitamento con la Legge 3 del 2012, per continuare a chiedere prestiti e andare in vacanza”.
La così detta “norma salva suicidi”, migliorata dal 15 luglio con l’entrata in vigore del Codice della Crisi d’Impresa e dell’Insolvenza, è in realtà uno strumento normativo pensato dal legislatore per aiutare chi, spesso si tratta di imprenditori, si trova oppresso dai debiti per ragioni terze ed estere, non imputabili alla sua volontà.

E il Bonus Vacanze?
“Le ricerche online sui bonus vacanze aumentano del 50% in un mese”. Ma il bonus vacanze, disposto dal governo per incentivare il turismo dopo la pandemia, non è stato rinnovato per il 2022.
Per chi è alla ricerca di sovvenzioni per i viaggi, esistono però alcune iniziative messe in campo dalle singole regioni. Spicca la proposta della regione Lazio, con un bonus da 450€. L’agevolazione è rivolta a tutti i turisti italiani e stranieri, ma senza escludere i residenti nel Lazio, che sceglieranno di visitare la Regione entro il 30 novembre 2022.
Dal 5 settembre saranno poi disponibili i Voucher Vacanza per soggiornare in Piemonte, nella nuova formula 4 notti con 2 notti pagate dall’ospite, 1 notte offerta dalla Regione Piemonte e 1 notte offerta dalla struttura ricettiva.
Tra le Regioni ad aver messo in campo iniziative per sostenere il turismo locale c’è anche il Friuli Venezia Giulia: si tratta del Voucher TUReSTA, ed è un incentivo a favore dei cittadini residenti sul territorio regionale per l’acquisto di almeno tre pernottamenti presso le strutture ricettive aderenti all’iniziativa

Gli operatori del Settore
L’altra faccia della medaglia è rappresentata dagli operatori del settore turistico, che tirano un sospiro di sollievo grazie ai dati incoraggianti della stagione.
Ci aspettiamo una decisa crescita sia del fatturato sia delle presenze e per molte destinazioni stiamo già triplicando i nostri risultati medi. Dobbiamo però fronteggiare ora il peso dell’instabilità geopolitica e l’incremento dei costi energetici, senza volere aumentare i costi per i viaggiatori. E tutto ciò incide pesantemente sulla marginalità” spiega il Emma Lenoci, operatore turistico. “Servirebbero maggiori incentivi agli investimenti che mettano più al centro il turismo, che invece è ancora troppo al margine anche con il PNRR” conclude  Lenoci.

 

CDP1Advertisement
CDP2Advertisement
IV Forum Health
WBF

Leggi anche

CDP1Advertisement
CDP2Advertisement
IV Forum Health
WBF

Ultima ora

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.