TIM
POSTE header

L’inflazione si combatte tornando in ufficio, secondo il Ceo di BlackRock

larry fink blackrock
Poste banner articolo
Aboca banner articolo

Come molti capi, Larry Fink vuole riportare i suoi dipendenti in ufficio. Ma in un’intervista rilasciata a Fox Business, il Ceo di BlackRock ha offerto una nuova argomentazione sul motivo per cui la sua azienda sta spingendo verso un ritorno in presenza: aiutare a ridurre l’inflazione record negli Stati Uniti.

Fink ha indicato il lavoro a distanza come una delle ragioni del calo della produttività del lavoro negli Stati Uniti. “Dobbiamo riportare i nostri dipendenti in ufficio”, ha affermato, sostenendo che ciò porterebbe a “un aumento della produttività che compenserà alcune delle pressioni inflazionistiche”.

Lo stesso giorno, BlackRock ha affermato tramite una mail a Yahoo Finance che avrebbe iniziato a chiedere ai dipendenti di entrare in ufficio tre giorni alla settimana. “Stando insieme, possiamo dare risultati concreti ai nostri clienti”, c’era scritto nella mail a firma del Coo di BlackRock Rob Goldstein e del capo delle risorse umane Manish Mehta. Le eccezioni alla regola “saranno rare e richiederanno un’approvazione formale”. BlackRock ha rifiutato di commentare ulteriormente.

Su Fox Business, Fink ha affermato che BlackRock “potrebbe adottare una linea più dura su come riportare in presenza i dipendenti”. La spinta di BlackRock per convincere le persone a tornare in ufficio “sarà un elemento chiave per ridurre l’inflazione e aumentare la produttività”, ha continuato Fink.

Stando a quanto riporta il Dipartimento del Lavoro degli Stati Uniti, la produttività del lavoro non agricolo statunitense, misurata in termini di produzione per ora lavorata, è diminuita del 4,1% nel secondo trimestre, rispetto a un anno prima. Un dato che arriva dopo un calo della produttività del 7,4% nel primo trimestre dell’anno. Il calo della produttività contribuisce all’inflazione, poiché l’aumento dei salari non è accompagnato da un aumento della produzione, spingendo le imprese ad aumentare i prezzi.

L’indice dei prezzi al consumo negli Stati Uniti non è cambiato tra giugno e luglio, male cifre di luglio registrano ancora un +8,6% rispetto all’anno precedente.

Ritorno in ufficio

BlackRock si unisce a quelle aziende di Wall Street che spingono per un ritorno in ufficio. Sia Goldman Sachs che Morgan Stanley hanno affermato che dopo la festa dei lavoratori avrebbero rimosso le restrizioni Covid sul lavoro in presenza, come la richiesta di vaccinazioni o Covid-test regolari, nel tentativo di riportare i dipendenti in ufficio.

Fink non è l’unico Ceo di Wall Street che cerca nuove ragioni per convincere le persone a tornare in ufficio. Ad agosto, il Ceo di JPMorgan Jamie Dimon ha suggerito che il lavoro in presenza favorisce la diversità, definendo l’ufficio una “stanza arcobaleno” e dicendo che i lavoratori da remoto vivevano in comunità omogenee.

Il lavoro a distanza influisce sulla produttività?

Gli economisti hanno messo in guardia dal leggere nei recenti cali della produttività l’influenza del lavoro a distanza. La cifra può variare drasticamente da un trimestre all’altro a causa dei cambiamenti nella produzione o nella forza lavoro e potrebbe non significare necessariamente qualcosa, se si parla di qualità del lavoro dei dipendenti. La combinazione del calo del Pil con un’occupazione elevata si riflette in un calo della produttività, poiché la produzione diminuisce e le ore lavorate aumentano.

A maggio, Heidi Shierholz – presidente dell’Economic Policy Institute –  ha suggerito a Fortune che uno dei motivi del calo della produttività potrebbe essere che alcune persone tornano a lavorare in settori di “produttività inferiore”: come il lavoro nei ristoranti, che è stato soppresso durante la pandemia di Covid. La ‘bassa produttività’ è una misura tecnica della produzione economica che si misura in base alle ore lavorate, e che non implica che il lavoro di un dipendente sia facile.

I sondaggi tra i dirigenti, come quello condotto il mese scorso dalla Federal Reserve Bank di New York, spesso riportano una produttività inferiore o invariata dal lavoro a distanza, mentre i dipendenti intervistati tendono a sostenere che il lavoro a distanza aumenta la loro produzione.

A luglio, gli economisti Robert Gordon e Hassan Sayed hanno sostenuto in un paper per il National Bureau of Economic Research che i settori che consentivano il lavoro a distanza hanno visto guadagni in termini di produttività maggiori durante la pandemia, rispetto al decennio precedente. I settori che non potevano consentire il lavoro a distanza, come il settore manifatturiero, hanno visto la produttività stagnare o addirittura diminuire.

L’articolo originale è disponibile su Fortune.com 

TIM sidebar
ABOCA sidebar
TEVA sidebar

Leggi anche

TIM sidebar
ABOCA sidebar
TEVA sidebar

Ultima ora

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.