Cerca
Close this search box.

La Juventus volta pagina, archiviato Agnelli: tutti i nomi del nuovo Cda

agnelli juventus pavel nedved exor ferrari

La Juventus entra in una nuova era. La nuova governance del club più blasonato d’Italia è pronta ad assumere la direzione dell’azienda-club mentre infuria ancora la tempesta giudiziaria sulle plusvalenze, gli accordi ‘parasociali’ e forse ‘paralegali’ sugli stipendi della passata gestione. A quasi due mesi dalla decapitazione della dirigenza guidata da Andrea Agnelli, la Exor, azionista di maggioranza del club con il suo 63.8% del capitale sociale, ha presentato la lista di candidati per il nuovo consiglio d’amministrazione. Sarà un Cda formato da cinque persone: tre uomini e due donne. Con l’assemblea degli azionisti che si terrà il prossimo 18 gennaio.

Ecco tutti i nuovi membri del Cda

Un Cda snello, composto da esperti e professionisti dal curriculum pesante. Tutti scelti per rifondare la Juventus e permetterle di navigare in un uragano giudiziario ancora tuttto da capire. A cominciare dal presidente, Gianluca Ferrero, commercialista, consulente tecnico del tribunale di Torino, che da anni assiste società e organizzazioni della famiglia Agnelli.

Poi Maurizio Scanavino, direttore generale, che dal 18 gennaio sarà amministratore delegato: un uomo della comunicazione, dato che è l’ad di Gedi, la media company che edita Repubblica, La Stampa, numerose testate locali e Radio Deejay.

Laura Cappiello, avvocato a Milano, è l’esperta di diritto e di organi di vigilanza: si è occupata di fusioni e acquisizioni e ha assistito in operazioni straordinarie il Fondo Atlante, Microsoft Corporation, Enel, Enel Green Power, Leonardo.

La voragine nei conti della Juve

Il fronte dei bilanci, delle revisioni e del controllo dei rischi sarà curato da Fioranna Negri, commercialista iscritta all’Albo dei consulenti tecnici d’ufficio del tribunale di Milano. Sia Cappiello che Negri – informa la società – “hanno attestato di qualificarsi quali amministratori indipendenti ai sensi del Tuf (il testo unico della finanza – ndr) e del Codice di Corporate Governance approvato dal Comitato per la Corporate Governance”. Il quinto tassello è Diego Pistone, che può vantare un’esperienza di 48 anni nell’area finanza e controllo di svariate società.

Domani, 27 dicembre, allo Stadium è in programma l’assemblea degli azionisti per l’approvazione del nuovo bilancio. Il club ha chiuso il bilancio consolidato al 30 giugno 2022 con una perdita di 239,3 milioni di euro. Una voragine che deve essere colmata. Anche con cessioni di campioni.

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.