Lilly H
Cerca
Close this search box.

Google investe 300 mln di dollari per sfidare ChatGPT, massima attenzione alla sicurezza dell’AI

CEO of Alphabet and Google Sundar Pichai.

Google (nella foto in evidenza il Ceo Alphabet and Google Sundar Pichai) punta su un competitor di ChatGPT. Venerdì passato, Google ha annunciato una partnership con Anthropic, una startup fondata nel 2021. Anthropic gestisce Claude, che come ChatGPT è un chatbot di intelligenza artificiale. 

Con un accordo da 300 mln di dollari, Google acquisirà circa il 10% della startup, secondo il Financial Times. Anthropic da parte sua ottiene sia una spinta finanziaria che le risorse di cloud computing di cui ha bisogno. 

Naturalmente, dietro al produttore di ChatGPT, OpenAI, ci sono i soldi di Microsoft, un sacco di soldi. Grazie a un accordo rivelato il mese scorso, Microsoft investirà 10 mld di dollari nella startup. Aveva già investito un miliardo nel 2019, aggiungendone, senza annunci, altri 2 nel 2021. Il gigante del software prevede di incorporare la tecnologia OpenAI in un’ampia varietà di prodotti, compreso il motore di ricerca Bing, con l’obiettivo di interrompere il dominio di Google nella ricerca. 

Le due startup condividono parte del DNA. Anthropic è stato fondato principalmente da un gruppo che si è staccato da OpenAI dopo essere stato deluso dai cambiamenti strategici e culturali. Un ex dipendente di OpenAI ha recentemente dichiarato a Fortune che i fondatori di OpenAI Sam Altman e Greg Brockman hanno aderito a parole alla sicurezza dell’IA, ma “spesso si trattava solo una foglia di fico per interessi d’affari, mentre le preoccupazioni reali e legittime sulla sicurezza dell’AI sono state trascurate”.

Anthropic afferma di essere focalizzata sulla sicurezza dell’AI – si definisce “una società di sicurezza e ricerca dell’AI” – e punta la sua ricerca su quella che definisce “AI Costituzionale”.

Con quest’ultima, scrive sul suo sito web, “dimostriamo che i modelli linguistici possono imparare a seguire una serie di semplici principi del linguaggio naturale attraverso l’auto-miglioramento, e usiamo questo nuovo metodo per formare assistenti più efficaci”. 

Il CEO di Tesla, Elon Musk, ha messo in guardia sui pericoli dell’IA avanzata. A dicembre ha definito ChatGPT “spaventosamente buono”, aggiungendo: “Non siamo lontani da un’IA pericolosamente forte”. Ha anche twittato che la sua fiducia nella sicurezza di OpenAI “non era alta”, osservando che, con il suo aiuto, “è partito come open-source e senza scopo di lucro. Nessuno dei due punti è ancora vero”.

Fortune ha contattato OpenAI per un commento, ma non ha ricevuto una risposta.

Il co-fondatore di Microsoft Bill Gates, nel frattempo, ha definito ChatGPT e simili strumenti di intelligenza artificiale “importanti quanto il PC, quanto Internet”. 

Anthropic ha lanciato un test limitato di Claude a gennaio e prevede di condividerlo presto con un pubblico più ampio. 

“Stiamo collaborando con Google Cloud per supportare la prossima fase di Anthropic, in cui distribuiremo i nostri sistemi di Intelligenza Artificiale a un gruppo più ampio di persone”, ha dichiarato in una nota il CEO di Anthropic Dario Amodei. “Questa partnership ci offre le prestazioni e la scalabilità dell’infrastruttura cloud di cui abbiamo bisogno”.

Ha aggiunto: “Siamo ansiosi di utilizzare l’infrastruttura Google Cloud per creare sistemi di Intelligenza Artificiale affidabili, interpretabili e guidabili”.

Quello che avete letto è la traduzione, il più fedele possibile, di un articolo di Steve Mollman, la versione in lingua originale la trovate su Fortune.com

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.